I freni del mainframe alle app

Secondo il 78% dei CIO, la presenza di un mainframe rende più difficile lo sviluppo e l’implementazione di applicazioni mobile in grado di lavorare con i sistemi già esistenti. Il dato emerge da una ricerca di Vanson Bourne.

Lo sviluppo di una nuova applicazione mobile per un dispositivo esistente richiede in media cinque mesi, contro i due mesi che intercorrono mediamente per il rilascio di aggiornamenti del dispositivo stesso da parte del produttore. Il fatto crea un disallineamento tra il lavoro degli sviluppatori e quello dei produttori di dispositivi.

Emerge da una ricerca commissionata da Borland (società di Micro Focus) a Vanson Bourne e condotta intervistando 590 CIO e responsabili IT di aziende utenti di mainframe, in nove paesi (non in Italia).

Il 79% degli intervistati ha dichiarato che i team di sviluppo di applicazioni mobile rappresentano ancora un mix di risorse interne ed esterne, e un terzo degli intervistati li ha descritti come “lenti, superati e di medio livello”.

Team di sviluppo e mainframe
Considerando che i CIO e gli IT manager prevedono un incremento del 50% di applicazioni mobile nei prossimi tre anni i team di sviluppo sono un elemento critico.
La capacità di sviluppare tempestivamente nuove applicazioni mobile diventa più cruciale quando entra in gioco la gestione di un mainframe aziendale.
Secondo il 78% dei CIO, la presenza di un mainframe rende più difficile lo sviluppo e l'implementazione di applicazioni mobile in grado di lavorare con i sistemi già esistenti.
L'86% afferma che i vendor e gli sviluppatori di applicazioni mobile sono più renitenti a lavorare con aziende che posseggono un mainframe, a conferma della reale necessità di congiungere il mondo del mainframe a quello del mobile.

Android sistema di punta
Dalla ricerca risulta che i CIO hanno scelto Android (78%) come sistema operativo per le applicazioni mobile. Apple iOs è utilizzato dal 65% degli sviluppatori, Windows Phone dal 52%. Si prevede che Android mantenga nei prossimi due anni il 77, mentre iOs passeranno, rispettivamente, al 71% e 65%. Blackberry Os è usato dal 36%, Symbian solamente dal 7% dei responsabili IT.
Attualmente solamente il 23% delle aziende sviluppa applicazioni mobile per tablet mini, ma i Cio stimano una crescita fino al 48% nei prossimi due anni.
ll 37% dei CIO sviluppa il 25-50% delle applicazioni mobile in outsourcing.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here