I big dell’It si alleano per difendersi dagli hacker

Alcuni dei maggiori produttori It, tra cui Microsoft e Oracle, hanno formato un’alleanza privata per lo scambio di informazioni su attacchi da parte di hacker e possibili vulnerabilità dei propri prodotti software e hardware. "Con questa op …

Alcuni dei maggiori produttori It, tra cui Microsoft e Oracle, hanno
formato un'alleanza privata per lo scambio di informazioni su
attacchi da parte di hacker e possibili vulnerabilità dei propri
prodotti software e hardware. "Con questa operazione pensiamo di
aumentare le nostre difese
- ha affermato Guy Copeland di
Computer Science Corp. - Attraverso uno scambio continuo di
informazioni possiamo, infatti, prevenire gli attacchi da parte degli
hacker"
. Le 19 società che fanno parte di questa alleanza, tra
cui At&t, Cisco, Ibm, Hp, ma anche Computer Associates, Eds, Intel,
Nortel, Rsa e Symantec, hanno contribuito con 750.000 dollari al
lancio di un centro no profit, l'It-isac, gestito ad Atlanta da
Internet Secutiry Systems. La costituzione del centro è stata
appoggiata dalle più alte cariche governative americane e l'enfasi
posta su nuovi modi capaci di rendere più sicure le reti informatiche
riflette la dipendenza crescente delle maggiori industrie mondiali
dalla tecnologia informatica. Tre alleanze private del tutto simili a
It-isac, esistono già da qualche tempo e operano nel settore
bancario, telefonico ed elettrico.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here