Hummingbird aggiorna la suite di integrazione

Nuove funzionalità di gestione e varie migliorie per l’integrazione dei desktop con ambienti legacy caratterizzano la release 10 di Hummingbird Connectivity.

1 settembre 2004

Hummingbird conferma il proprio commitment in direzione dell'integrazione e del networking con il rilascio di Connectivity 10, la suite di prodotti per la connettività di ambienti desktop Windows con piattaforme legacy basate su Unix, mainframe e As/400. Connectivity 10 supporta tutti i sistemi operativi Microsoft a 32 e a 64 bit, oltre a Windows Terminal Server e Citrix Metaframe.


Le sezioni di cui si compone la suite (Exceed, Nfs Maestro, HostExplorer e Security) hanno tutte beneficiato di migliorie. Exceed 10, in particolare, aggiunge funzionalità collaborative agli utenti di applicazioni X Windows, mentre la nuova release di Nfs Maestro migliora l'interoperabilità in ambienti storage eterogenei, grazie al supporto di Nfs 4 (Network file system), l'ultima versione del protocollo di file sharing.


HostExplorer, che si occupa appunto dell'accesso ai dati residenti su stemi host (mainframe, As/400 e Unix) vede invece migliorate con la versione 10 alcune funzionalità di amministrazione, grazie per esempio alla conversione automatica di comandi macro da mainframe. Il modulo è tra l'altro corredato da una gamma di impostazioni e di set di interfaccia per i principali software di emulazione terminale.


Hummingbird Security 10, infine, fornisce una nuova componente (Connectivity SecureTerm) per la sicurezza dei terminali e nelle operazioni di file transfer. È fornito il supporto dei più comuni protocolli di sicurezza (Ssl, Kerberos e Secure Shell 2), a cui si aggiunge il neonato supporto per le smart card targate Axalto e ActiveCard.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here