<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=1126676760698405&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
Home Aziende Huawei Huawei: la digitalizzazione e la decarbonizzazione sono la via da seguire

Huawei: la digitalizzazione e la decarbonizzazione sono la via da seguire

La situazione economica globale, in cui i costi dell’energia stanno giocando un ruolo centrale, impone scelte strategiche non semplici per il settore ICT. La posta in gioco è altissima: il futuro del Paese dipende in larga parte dalla capacità di affrontare trasformazione digitale e transizione ecologica nel modo più efficiente possibile. Ne parliamo con le realtà leader di mercato, affrontando con loro le tematiche più calde.

Alle nostre domande risponde Eduardo Perone, VP Business Development, Huawei WEU.

Come pensate di coniugare le esigenze di sostenibilità ambientale, efficienza energetica e costante crescita di potenza di calcolo richiesta?

Man mano che l’economia digitale mondiale continua a crescere e a maturare, l’infrastruttura digitale è diventata un fattore chiave e un fattore di supporto per lo sviluppo economico. La potenza di calcolo, la connettività di rete e l’archiviazione dei dati efficiente e affidabile costituiscono le pietre miliari di un’infrastruttura digitale efficace.

Entro il 2030, il mondo dovrebbe entrare nell’era degli yottabyte, occupandosi regolarmente di quantità di dati sulla scala di un quadrilione di gigabyte. Lavorare con tali dati richiederà enormi capacità di archiviazione e richiederà funzioni di archiviazione ottimizzate per leggere, scrivere e trasmettere i dati in modo efficiente e affidabile. Come tale, la potenza di archiviazione dei dati aumenta di importanza in quanto utilizzata per valutare la potenziale efficacia dei sistemi di archiviazione dei dati come elemento cruciale della moderna infrastruttura digitale.

Lo scenario macro può essere pieno di incertezza, ma ciò di cui possiamo essere certi è che la digitalizzazione e la decarbonizzazione sono la via da seguire, e sono lì che si trovano le opportunità future. Le reti intelligenti contribuiscono ad accelerare anche la digitalizzazione e l’innovazione ma, soprattutto, contribuiscono al raggiungimento degli obiettivi ambientali.

In questo contesto, la strategia di Huawei è quella di continuare a innovare le infrastrutture di rete per far sì che diventino sempre più intelligenti e green. A tale scopo, con la collaborazione dei nostri partner dell’ecosistema enterprise italiano, stiamo creando ulteriori soluzioni specifiche per ogni scenario in modo da rispondere alle esigenze in evoluzione delle città e delle industrie, nel nostro Paese, così come nel resto d’Europa e nel mondo.

Inoltre, abbiamo portato la capacità della rete da classe carrier a classe industriale e abbiamo ridotto la latenza della stessa rete a microsecondi, soddisfacendo i requisiti di bassissima latenza delle applicazioni industriali migrate sul cloud. Abbiamo anche migliorato la disponibilità della rete dal 99,999% al 99,9999%, rispondendo alle esigenze di altissima affidabilità dei servizi utilizzati dall’industria e di tutto il segmento enterprise in generale. Le nostre reti, cosi come le nostre soluzioni ICT, sono caratterizzate da un basso consumo energetico e migliorano di 10 volte l’efficacia dell’utilizzo energetico rispetto alle reti tradizionali in rame.

Mai come oggi investimenti e progettualità incidono in modo determinante sul futuro di ogni organizzazione. Quanto sentite vostro il ruolo di partner tecnologico dei vostri clienti?

Come già anticipato, Huawei anche in Italia collabora da sempre con numerosi partner per identificare le tecnologie più adatte per le specifiche applicazioni del settore, accelerando la trasformazione digitale. A tale proposito, abbiamo continuamente sviluppato soluzioni innovative con partner leader per supportare le esigenze digitali dei nostri clienti con l’intento di offrire delle piattaforme sempre più ecologiche, sia a livello globale che locale, in modo da connettere efficacemente le esigenze dei clienti e le soluzioni dei partner.

Osserviamo che l’adozione delle innovazioni digitali crea una profonda integrazione di tecnologia, operatività del business e comportamenti aziendali. Inoltre, si crea valore continuo per le aziende grazie al miglioramento della produzione, della sicurezza, della velocità dei processi e della riduzione dei costi, ma soprattutto le tecnologie digitali migliorano le esperienze sia per i clienti che per i dipendenti. Inoltre, rileviamo che la trasformazione digitale è stata una delle principali tendenze dell’industria globale anche nell’ultimo decennio. In questo contesto, il nuovo sistema di comunicazione integrato full-stack di Huawei si adatta a una serie di scenari complessi del settore.

Da anni collaboriamo con le imprese come partner della loro digitalizzazione e abbiamo realizzato che i sistemi di rete devono affrontare problemi annosi che rallentano la trasformazione digitale. In genere, più reti coesistono insieme a vecchie e nuove tecnologie durante la costruzione di nuove infrastrutture di reti in campo. Per cui l’intento è quello di ridurre ogni potenziale criticità derivanti da strutture di rete multistrato e molti nodi attivi ottimizzandone il numero di dispositivi ad esse connessi.

A questo proposito, si sottolinea che il prerequisito per la creazione di settori industriali intelligenti è quello di costruire un sistema ICT con ampia copertura, di facile gestione O&M, elevata larghezza di banda e ad alta stabilità. Questa è la base per un controllo intelligente e un migliore processo decisionale: le tecnologie intelligenti per i settori industriali possono rispondere a queste esigenze. Sviluppare settori industriali intelligenti con una produzione intensiva, un controllo centralizzato e un numero ridotto di personale è praticamente impossibile senza un’infrastruttura ICT sicura, affidabile, intelligente ed efficiente. In quanto tale, un’infrastruttura ICT integrata sarà essenziale. Le nostre soluzioni integrate di nuova generazione utilizzano tecnologie all’avanguardia, come il Cloud, l’Edge Computing, l’Intelligenza Artificiale, isolamento dei flussi di traffico basati su IPv6+, fungendo da rete interconnessa e sistema ICT integrato. Proprio di recente, ad ulteriore dimostrazione della validità delle nostro soluzioni abbiamo ricevuto un nuovo riconoscimento, infatti Huawei è stata nominata tra i leader nel Gartner Magic Quadrant 2022 per le infrastrutture LAN cablate e wireless di tipo enterprise. Questo risultato rappresenta un’altra testimonianza del riconoscimento a livello globale dell’offerta Huawei per le reti campus, che comprende la Soluzione CloudCampus 3.0, gli switch CloudEngine, AirEngine Wi-Fi 6 Access Points (APs) e la piattaforma di gestione di rete automatica e intelligente iMaster NCE.

Il game changer del 2023. Se doveste scegliere una sola tecnologia, quale sarebbe a vostro avviso la scelta vincente per le organizzazioni per il prossimo anno?

Il Cloud, per il suo ruolo centrale nella trasformazione digitale e nel trattamento, gestione e archiviazione dei dati, ha tutte le carte in regole per diventare il game changer tecnologico del 2023 e oltre, a livello globale come in Italia.

La perturbazione causata dalla pandemia ha radicalmente ridisegnato la filiera. Di fronte a nuove incertezze, le aziende devono ora cogliere le opportunità della trasformazione digitale. Qui, l’infrastruttura digitale – pietra miliare di qualsiasi trasformazione – è la priorità assoluta, con il cloud, l’Intelligenza Artificiale (AI) e le reti sempre più avanzate come fattori chiave per lo sviluppo futuro, uno stimolo per una più ampia crescita economica. In effetti, infrastrutture digitali come questa genereranno migliaia di miliardi di dollari di valore economico, motivo per cui più di 170 Paesi hanno già pubblicato strategie digitali nazionali uniche. La direzione di marcia non potrebbe essere più chiara.

Le strategie digitali sono ormai il carburante della crescita, sostituendo modalità più tradizionali. Questo nuovo modello di sviluppo è più efficiente, più sostenibile e più rispettoso dell’ambiente che mai. I singoli Paesi devono personalizzare le proprie strategie digitali in base ai loro percorsi di sviluppo unici, ai progressi che hanno già fatto e a specifiche politiche nazionali e industriali, al fine di portare avanti l’economia digitale.

Il prossimo decennio sarà l’ultima occasione per le industrie tradizionali per passare al digitale e il 2023, per l’Europa, è un punto di svolta per un cambiamento di mentalità per rimanere competitivi soprattutto rispetto a quanto sta già avvenendo in Asia Pacifico. Modelli di business efficienti sostituiranno quelli inefficienti a partire da quest’anno. Passare quindi attivamente al digitale significa anche adottare la tecnologia Cloud per i nuovi sistemi e gradualmente spostare i sistemi legacy nel cloud.

Aziende visionarie si rendono conto che il cloud libera le tecnologie digitali dalle restrizioni della geografia e dell’industria. Sia nell’industria ad alta tecnologia che tradizionale, in grandi o piccole aziende, gli utenti accedono all’hardware (come computing e archiviazione) e alla tecnologia (quali big data, AI e IoT) di cui hanno bisogno per la trasformazione digitale. Il cloud quindi abilita questi utenti a un patrimonio di esperienza e conoscenza condiviso da imprese leader nella digitalizzazione. Nel mondo di oggi, questa condivisione è particolarmente importante.

Le sfide abbondano: tre anni della pandemia, una crescente pressione globale per ridurre le emissioni di CO2 e ambienti aziendali sempre più complessi. In primo luogo, le imprese devono focalizzarsi sul loro core business. Hanno anche bisogno di essere reattive sia alla normalità che ai cambiamenti imprevisti. Soprattutto, hanno bisogno di capire profondamente i propri clienti e innovare meglio, fornendo soluzioni più rapide per loro. Per vari settori industriali, è fondamentale digitalizzare le operazioni di business e modernizzare lo stack tecnologico tramite la migrazione verso il cloud. Mentre i problemi affrontati da ogni impresa sono complessi, tutte le imprese si stanno muovendo nella stessa direzione: verso un futuro digitale e intelligente. Prima si passa alla digitalizzazione, meglio è. Qualunque esitazione nel decidere costerà.

Huawei Cloud ha le competenze per fornire, insieme ai suoi partner e clienti, soluzioni cloud aperte in un’architettura flessibile dei servizi in cloud. In questo modo, noi consentiamo ai nostri clienti di ottenere il massimo valore nella loro trasformazione digitale, al minimo costo. Fortunatamente, il cloud e le tecnologie quali cybersecurity, AI, big data, media, piattaforma di sviluppo e SaaS si stanno evolvendo attivamente.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php