Hp “si mangia” i chip

Secondo iSupply, Palo Alto è in testa alla classifica di utilizzo dei semiconduttori, con una spesa di 14,5 miliardi di dollari.

Hewlett-Packard è la regina delle "spendaccione" al mercato dei semiconduttori.


La casa di Palo Alto, infatti, è prima nella speciale classifica, redatta dalla società di ricerca statunitense, iSupply relativa alla spesa in chip degli Oem.


Dal ranking risulta che quest'anno Hp spende in semiconduttori ben 14,5 miliardi di dollari, il 31% in più rispetto agli 11 miliardi di dollari dello scorso anno.


Più o meno lo stesso trend di crescita lo ha tenuto Dell, che lo scorso anno per acquistare i chip spendeva 10,1 miliardi e quest'anno ne spenderà 13,4.


Per il prossimo anno, la "regina" della classifica di iSupply prevede di sborsare 16,1 miliardi di dollari, mentre la "damigella d'onore" arriverà, dice, a 15,6 miliardi.


Chi cresce di più nella lista della spesa è Samsung, con il 36,1% in più rispetto allo scorso anno, arrivando a 5,88 miliardi di dollari, e mettendosi praticamente sullo stesso livello di Ibm e Siemens.


Complessivamente, la spesa dei 160 Oem censiti da iSupply alla fine di quest'anno toccherà i 167 miliardi di dollari, il 24% in più rispetto ai 135 miiardi dello scorso anno.


Per il 2005 si prevede un mercato da 184 miliardi.


L'area geografica a maggior assorbimento è l'Asia, con il 47% dei chip prodotti e acquistati.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here