Hp annuncia la nuova era dei servizi Web basati su Netaction

La società ha presentato i nuovi componenti della suite Netaction. Tutti i tool, software e servizi vanno nella direzione di accelerare lo sviluppo, la pubblicazione e la distribuzione di servizi Web.

Hewlett-Packard ha deciso di rafforzare la strategia dei servizi Web. E lo fa ampliando l'offerta di software Netaction con un'ampia gamma di soluzioni che, a detta dei suoi vertici, dovrebbero consentire di tradurre in pratica le potenzialità dei Web service.

Tutte le novità introdotte, una serie di tool di sviluppo, software e servizi, si propongono l'obiettivo di accelerare la creazione e la distribuzione di applicazioni condivisibili via Internet, per rispondere alle necessità di imprese che richiedono ambienti aziendali più flessibili ed efficienti.
Il risultato è un ampio ventaglio di alternative, basate su standard, alle attuali tecnologie di integrazione business-to-business ed Eai (Enterprise application integration).

Gli annunci vanno ad ampliare le potenzialità della suite software Netaction, la piattaforma di sviluppo e integrazione di servizi per la comunicazione e l'implementazione dei progetti di e-business.
Si tratta di un ambiente operativo completo per la creazione, distribuzione e gestione di servizi Internet che si fonda sulla piattaforma Web Total-e-Business rilevata con l'acquisizione, nel gennaio 2001, di Bluestone Software.

Il fulcro dei nuovi annunci è la disponibilità di Agile Business Infrastructure Solution, una serie di applicazioni che consentono alle aziende la rapida integrazione di dati e processi di business creati in ambienti eterogenei.
La suite si innesta sull'infrastruttura Netaction Ioe (Internet operating environment), che fornisce una base per lo sviluppo e l'integrazione di servizi di scambio dati, supportando un'ampia gamma di client, e che è stata migliorata con l'aggiunta di nuove capacità di fault tolerance, gestione di processi e transazioni.

Il portafoglio Agile Business Infrastructure Solution si compone di tre tool separati, battezzati rispettivamente Integration Solution, Mobile Integration Solution e Web Service Solution.
Il primo componente (Integration Solution) è un layer di integrazione ad ampio raggio.
Le applicazioni aziendali create potranno poi essere estese ai dispositivi wireless, grazie al secondo componente (Mobile Integration Solution), oppure a fornitori e clienti situati a monte o a valle della catena del valore, grazie a Web Services Solution.
Quest'ultimo semplifica le funzionalità di collaborazione coi partner, consentendo alle aziende di integrare in tempo reale applicazioni e dati provenienti dai loro sistemi informativi in modo sicuro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here