Si allarga la disponibilità di HomePod, lo speaker smart di Apple, però non ancora fino a raggiungere l’Italia, per ora. Apple ha infatti annunciato ufficialmente che lo smart speaker della Mela sarà disponibile in Canada, Francia e Germania. Lo spaker smart della Mela farà il suo debutto ufficiale in in questi tre nuovi mercati a partire dal 18 giugno. Lo speaker è già disponibile in Australia, Regno Unito e Stati Uniti.

HomePod è pronto ad avvantaggiarsi dell’ultimo aggiornamento software di iPhone e iPad, iOS 11.4. C’è infatti ora la possibilità di abbinare due HomePod in una coppia stereo. Sempre in in iOS 11.4 è stata inoltre introdotta la possibilità di creare un sistema audio multiroom mediante AirPlay 2. Possiamo riprodurre un brano in qualsiasi stanza usando un dispositivo iOS, HomePod o Apple TV, oppure chiedendo a Siri.

Stereo, multi-room e Siri

Configurare due altoparlanti HomePod come coppia stereo rende il campo sonoro più ampio. Ciascuno di essi è in grado di rilevare la propria posizione all’interno della stanza e regola automaticamente l’audio di conseguenza. Grazie al collegamento diretto peer-to-peer wireless progettato da Apple, i due altoparlanti riproducono la musica in sincronia. Configurare una coppia stereo è inoltre molto facile, secondo tradizione Apple. Quando si configura un secondo HomePod nella stessa stanza, viene chiesto se si vuole creare una coppia stereo. Anche comportandosi come un unico altoparlante, i due device comunicano tra loro affinché soltanto uno risponda ai comandi di Siri.

HomePodPer quanto riguarda AirPlay 2, la nuova versione del sistema permette di creare un sistema audio wireless multiroom. Abbiamo inoltre a disposizione l’assistente virtuale Siri, integrato nello speaker. Siri può inviare un messaggio, aggiungere promemoria e note, controllare gli appuntamenti nel calendario e tanto altro.

Maggiori informazioni sullo speaker sono disponibili sul sito Apple. I dettagli su come aggiornare HomePod sono consultabili su questa pagina del sito del Supporto Apple.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome