Hewlett-Packard amplia l’offerta dei server midrange

La società rafforza l’offerta midrange dei server Unix con il nuovo rp8400, un sistema rack scalabile fino a 16 processori Pa-Risc 8700.

Si rafforza l'offerta midrange dei server Unix targati Hewlett-Packard. La società di Palo Alto ha, infatti, rilasciato il nuovo rp8400, un sistema rack scalabile fino a 16 processori Pa-Risc 8700.
"La macchina estende la nostra offerta oltre l'rp7400 - ha affermato Jon Kacob, responsabile marketing Emea delle soluzioni midrange -, dimostrandosi la soluzione ideale nella gestione dei grossi carichi di lavoro che caratterizzano in prevalenza gli ambienti data center". Corredato di una ampia gamma di opzioni per il partizionamento, sia hardware che virtuale, il server rp8400 offre un uso ottimizzato delle risorse, mettendo a disposizione degli utenti il sistema operativo Unix proprietario Hp-Ux 11i. "I processori alla base del sistema sono tutti sostituibili con le nuove generazioni di Cpu Pa-Risc e Itanium - ha proseguito Jacob - anche se, nel lungo periodo, la società conta di far migrare l'intera offerta su architettura Intel".
Oltre ai canali di vendita tradizionali, la commercializzazione dell'rp8400, disponibile da 133.020 euro (Iva esclusa), passerà attraverso tre nuove iniziative finanziarie, tutte facenti capo al programma Hp Utily Pricing: pay-per-use, pay-per-forecast e instant capacity on demand. La prima soluzione, disponibile in Italia fra qualche tempo, sottintende un pagamento variabile in funzione dell'effettivo utilizzo dei sistemi; la seconda calcola, invece, i costi in base a precedenti stime d'uso; la terza, infine, mette a disposizione dei clienti una soluzione scalabile, cui è possibile apportare successivi cambiamenti attraverso ritocchi di configurazione.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here