Harry Potter “strega” Memorex

In arrivo mouse, tastiere e mouse-pad con le immagini del celebre mago

17 settembre 2002 E' un accordo di portata paneuropea quello che lega Memorex con Warner Bros, la major che detiene i diritti e il merchandising del fortunatissimo Harry Potter. Ed è appunto dalle aule di Hogwarts che esce una nuova linea di periferiche dedicate al piccolo mago: tastiere, mini-mouse, mousepad. Tutti i prodotti della linea riprendono le immagini del nuovo film della serie, in uscita il prossimo 5 dicembre, e hanno prezzi sufficientemente appetibili per invogliare non solo i "gadgetmaniaci": 5.99 euro i mousepad, 19.99 euro il mini-mouse in una scatola di metallo con abbinato un mousepad, 29.99 euro il bundle che include tutti e tre i prodotti.
Ciò che ha spinto Memorex a legare il proprio marchio a quello di Harry Potter è stata l'intenzione di fare un ingresso in pompa magna nell'area retail, segmento nel quale la società include non solo le superfici della grande distribuzione (food e non food), ma anche i negozi di giocattoli, le cartolerie specializzate e persino Blockbuster.
Naturalmente, per far ciò, Memorex ha portato degli ampliamenti alla propria rete commerciale, siglando intese con due nuovi distributori: Opengate, alla quale è stato demandato il compito di seguire il canale della grande distribuzione, ed Executive, più focalizzata sui dealer indipendenti. Al momento, sono stati formalizzati accordi con Auchan, Bennet, Carrefour, Gs, oltre che con Mondadori. Per quanto riguarda invece Media World, le trattative sono ancora in corso.
L'obiettivo è quello di promuovere sullo stesso scaffale da un lato una linea di forte richiamo come per l'appunto i nuovi prodotti legati a Harry Potter, dall'altro l'intera offerta a marchio Memorex, che include media quali cd e dvd, memory card e lettori, tastiere e mouse, masterizzatori e con la quale punta a fare diretta concorrenza a Logitech.
Resta da capire quali aspettative - in termini numerici - nutre Memorex nei confronti di questa iniziativa. Secondo il responsabile vendite della società, Daniele Piazza, si parla di decine di migliaia di pezzi, almeno stando alle previsioni rilasciate dai buyer della grande distribuzione, forse scottati dall'esperienza dello scorso anno, quando il poco merchandising su Harry Potter andò esaurito in un lampo.
In ogni caso, precisa sempre Piazza, l'operazione riguarda una sola produzione: esaurita quella, non ci sarà un ulteriore lotto.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here