Home Aziende Google Google procede verso l’eliminazione dei cookie di terze parti in Chrome

Google procede verso l’eliminazione dei cookie di terze parti in Chrome

Google ha annunciato che il 4 gennaio inizierà a testare Protezione antitracciamento, una nuova funzionalità che limita il monitoraggio tra siti restringendo per impostazione predefinita l’accesso dei siti web ai cookie di terze parti.

L’azienda renderà disponibile questa funzionalità all’1% degli utenti di Chrome a livello globale, un traguardo importante della iniziativa Privacy Sandbox per eliminare i cookie di terze parti per tutti gli utenti di Chrome nella seconda metà del 2024, compatibilmente con la risoluzione di eventuali dubbi rimanenti relativi alla concorrenza da parte della Competition and Markets Authority (CMA) del Regno Unito.

I cookie di terze parti – sottolinea Google – hanno svolto un ruolo fondamentale nel web per quasi 30 anni. Sebbene possano essere usati per monitorare le attività degli utenti sui siti web, sono stati utilizzati anche per supportare diverse esperienze online, come per esempio la possibilità di accedere effettuando un login o la visualizzazione di annunci pertinenti.

Con Privacy Sandbox, Google sta adottando un approccio responsabile per eliminare i cookie di terze parti in Chrome. La società americana ha progettato nuovi strumenti per i siti che supportano i principali casi di utilizzo e ha concesso tempo agli sviluppatori per effettuare la transizione. Inoltre, renderà inizialmente disponibile Protezione antitracciamento a una piccola percentuale di utenti di Chrome, in modo che gli sviluppatori possano condurre dei test e verificare di essere pronti per un web senza cookie di terze parti.

I partecipanti al test di Protezione antitracciamento verranno scelti casualmente – spiega Google – e, in caso di selezione, riceveranno una notifica non appena apriranno Chrome sul computer o su un dispositivo Android.

Durante la navigazione sul web, i cookie di terze parti verranno limitati per impostazione predefinita, riducendo la capacità di monitoraggio degli utenti sui diversi siti web.

Se un sito non funziona senza cookie di terze parti e Chrome nota che l’utente sta riscontrando problemi, ad esempio se aggiorna la pagina più volte, verrà fornita un’opzione per riattivare temporaneamente i cookie di terze parti per quel sito web mediante l’icona a forma di occhio che si trova a destra sulla barra degli indirizzi.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

Iscriviti alla newsletter

css.php