Home Digitale Google Meet, arrivano gli sfondi virtuali per i meeting

Google Meet, arrivano gli sfondi virtuali per i meeting

La diffusione dello smart working e delle riunioni effettuate in remoto da casa, con gli strumenti di videoconferenza, ha portato sempre più utenti a sfruttare (o richiedere) la funzionalità di sfondo virtuale, un po’ per vivacizzare i meeting e un po’ per evitare di aprire sugli schermi di tutti i partecipanti una finestra sul proprio ambiente domestico: questa funzione è ora in arrivo anche in Google Meet.

Diventa ora infatti possibile sostituire lo sfondo della videoconferenza con un’immagine, in Google Meet. Come background virtuale è possibile scegliere tra le immagini proposte da Google, che includono spazi per uffici, paesaggi e sfondi astratti, oppure caricare una propria immagine.

Un modo simpatico per esprimere la propria personalità, nel contesto della comunicazione remota che può rischiare di diventare fredda e poco coinvolgente, oppure semplicemente per nascondere il disordine dell’ambiente che circonda la postazione di lavoro a casa.

Questa funzione va ad aggiungersi ad altre introdotte da Google di recente, ideate per aiutare a ridurre le distrazioni audio e video e rendere le riunioni più produttive, tra cui la possibilità di filtrare i rumori di fondo che possono disturbare la conversazione e l’opzione per sfocare lo sfondo.

Google Meet

Gli sfondi virtuali funzionano direttamente all’interno del browser e non richiedono un’estensione o un software aggiuntivo. Al lancio di questa nuova implementazione, ha evidenziato Google, i virtual background funzioneranno su ChromeOS e sul browser Chrome su dispositivi desktop Windows e Mac.

Il supporto per la nuova funzione nelle app mobili di Google Meet arriverà presto, hanno informato da Mountain View.

Inoltre, al momento del lancio non ci sarà alcun controllo per gli amministratori It, per questa funzione. I controlli di amministrazione per selezionare quali unità organizzative possano utilizzare sfondi personalizzati e preimpostati per le riunioni che organizzano saranno introdotti nel corso di quest’anno, ha sottolineato ancora Google.

Il roll-out di questa funzione, come avviene di solito per gli aggiornamenti alla piattaforma Google Workspace, è graduale.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php