Home Digitale Google Meet, arrivano i kit hardware per le sale riunioni

Google Meet, arrivano i kit hardware per le sale riunioni

La G Suite aiuta numerosi utenti in tutto il mondo nelle loro attività quotidiane di comunicazione e collaboration e Google Meet è la soluzione di videoconferenza di cui la società di Mountain View ha potenziato le funzionalità negli ultimi tempi di grande diffusione dello smart working.

Infatti, con il passaggio a team più flessibili e distribuiti, la videoconferenza è diventata un punto fermo nel modo in cui le organizzazione e i professionisti organizzano il lavoro.

Google ora compie un ulteriore, importante passo e, in collaborazione con Lenovo, ha lanciato i kit hardware per sale riunioni della Series One per Google Meet.

Il contesto evidenziato da Google nel presentare la nuova soluzione è quello in cui le aziende stanno organizzando un ritorno sicuro in ufficio, per cui molte stanno pianificando un mix di ambienti di lavoro remoti e di persona. Molte organizzazioni stanno dunque ridisegnando gli spazi destinati alle riunioni per consentire il distanziamento fisico con stanze più grandi e con meno persone al loro interno, oppure con molte sale riunioni più piccole.

Google Meet Series One

Ciò rende però ancora più importante implementare delle soluzioni video efficaci. La Series One è progettata per questo scopo e offre anche funzionalità dell’intelligenza artificiale di Google integrate: le persone possono accedere ai meeting senza toccare alcunché, solo con la voce, fruire di un audio da studio grazie a una tecnologia di cancellazione del rumore migliorata e beneficiare di funzionalità intelligenti come l’inquadratura automatica dei partecipanti.

Series One, assicura Google, utilizza le ultime novità in fatto di intelligenza artificiale per offrire una maggiore chiarezza audio e video, che fa sentire come se si fosse davvero tutti insieme in sala riunione, anche da remoto.

TrueVoice è la tecnologia multicanale di cancellazione del rumore e amplificazione vocale di Google, che riduce al minimo le distrazioni per garantire che ogni voce venga ascoltata senza problemi.

La Smart Audio Bar utilizza 8 microfoni beamforming e la configurazione top del kit può elaborare fino a 44 canali contemporaneamente. Ciò significa che i suoni di sottofondo che potrebbero distrarre vengono filtrati del tutto, ma le voci sono riprodotte in modo chiaro e pulito.

Google Meet Series One

Tutti i kit per sale riunioni della Series One sfruttano la stessa tecnologia utilizzata nei data center di Google, integrata direttamente nel Meet Compute System e nella Smart Audio Bar. I moduli acceleratori Coral M.2 con Google Edge TPU abilitano l’elaborazione audio e video basata sull’intelligenza artificiale che preserva la privacy e consente a Series One di trarre vantaggio dalle future innovazioni in fatto di machine learning, mantenendo prestazioni e affidabilità elevate per i carichi di lavoro audio/video.

Ogni kit Series One, informa Google, include una smart camera normale o extra large 4K che cattura ogni dettaglio, con la Smart Camera XL da 20,3 megapixel e uno zoom 4,3x. L’alta risoluzione rende possibili effetti PTZ (pan, tilt, zoom) digitali e l’inquadratura automatica dei partecipanti senza alcuna perdita di qualità dell’immagine.

Google Meet Series One

I kit Series One di Google offrono la versatilità che gli ambienti di lavoro flessibili di oggi richiedono, con configurazioni per stanze di piccole, medie e grandi dimensioni. Il sistema di elaborazione della Series One è stato creato appositamente per Google Meet su Chrome OS, in modo che sia facile da installare e da mantenere aggiornato.

Tutto viene gestito in modo sicuro tramite la Console di amministrazione Google, inclusa la configurazione del dispositivo, i controlli di stato e la risoluzione di problemi minori, senza dover mai visitare fisicamente la sala riunioni. Per aiutare a monitorare l’utilizzo della sala riunioni e mantenere i protocolli di sicurezza, ogni kit può rilevare in modo anonimo il numero di partecipanti e visite alla stanza.

Google Meet Series One

Un’architettura con un’unica fonte di alimentazione con PoE (Power-over-Ethernet) e un sistema di gestione dei cavi con codice colore per i componenti aiuta a ridurre l’ingombro dei cablaggi e semplificare l’installazione, riducendo anche i costi. E man mano che le dimensioni della stanza cambiano, i kit possono essere espansi con più Mic Pod e una barra audio aggiuntiva. Anche la calibrazione audio per l’acustica della stanza è semplice: un solo tocco può ottimizzare automaticamente le impostazioni audio del sistema per diverse dimensioni e superfici della sala riunioni.

Gli aggiornamenti automatici over-the-air garantiscono una facile gestione della flotta di dispositivi. L’hardware esegue sempre il firmware più recente, le patch di sicurezza e le ultime innovazioni. Ogni componente, fino ai cavi, è stato rigorosamente testato, assicura Google, per la durata in ambienti ad alto utilizzo. Per una maggiore tranquillità, i kit Series One vengono forniti con tre anni di supporto Lenovo Premier.

Anche il controllo del meeting è semplice, grazie a un controller touch-screen da 10,1 pollici alimentato da un singolo cavo. I kit per sale piccole includono un telecomando ricaricabile. Tutti i kit supportano il controllo a mani libere tramite l’Assistente Google, per avviare o terminare una riunione, riattivare l’audio e altro ancora.

Google Meet Series One

I dispositivi si integrano facilmente in qualsiasi sala riunioni e sono disponibili in due finiture di colore, Charcoal e Chalk: presentano angoli arrotondati, tessuti di qualità e un design elegante.

La disponibilità di Google Meet Series One è stata annunciata per diversi Paesi, di cui anche alcuni europei, ma al momento non ancora per l’Italia.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php