Home Cloud Google Cloud Next '21, fra infrastruttura open, cybersecurity e data analytics

Google Cloud Next ’21, fra infrastruttura open, cybersecurity e data analytics

Google Cloud Next ’21 è stato decisamente ricco di annunci di innovazioni: Google, infatti, ha svelato numerose novità dedicate alle problematiche aziendali più importanti, in tutti i settori.

Gli annunci si estendono dall’infrastruttura cloud aperta di Google Cloud, al data cloud che consente alle aziende di comprendere e interagire con clienti, prodotti e partner; dalla tecnologia per la collaboration che abilita il lavoro ibrido, alla tecnologia in ambito cybersecurity per proteggere utenti, applicazioni e dati ovunque. Il tutto, afferma Google, sul cloud più pulito del settore.

Google, una infrastruttura open: un cloud aperto che funziona ovunque.

Per supportare le organizzazioni ad accelerare le loro implementazioni cloud indipendentemente dalla posizione, Google annuncia Google Distributed Cloud, una serie di prodotti sviluppati su Anthos che offrono una maggiore libertà di scelta su come e dove gestire i propri carichi di lavoro più sensibili, senza la necessità di preoccuparsi dell’hardware alla base.

anthos google

Google Distributed Cloud Edge è disponibile in anteprima da oggi. È un prodotto fully managed che porta l’infrastruttura e i servizi di Google Cloud più vicino a dove i dati vengono generati e utilizzati. Che si tratti di uno degli oltre 140 network edge point-of presence di proprietà di Google, delle posizioni edge dei clienti o di un communication service provider. Questo lo rende ottimale per l’esecuzione dell’elaborazione dei dati locali, dei carichi di lavoro di edge compute a bassa latenza, per la modernizzazione degli ambienti on-premises e per l’implementazione di soluzioni 5G/LTE private in una molteplicità di settori. La soluzione si basa sulle soluzioni di telecomunicazione di Google Cloud e permette ai CSP di eseguire carichi di lavoro su tecnologie Intel e NVIDIA per fornire nuovi casi d’uso 5G e edge.

Google Distributed Cloud Hosted: disponibile in anteprima nella prima metà del 2022, la modalità Google Distributed Cloud Hosted estende l’infrastruttura di Google Cloud per carichi di lavoro sensibili con rigorosi requisiti di sicurezza e privacy, il tutto con un piano di controllo gestito da Anthos. Vengono annunciate anche partnership più estese ad esempio con NetApp, quale partner principale che supporta l’infrastruttura storage di Google Distributed Cloud.

google data analytics

Data & Analytics: Le soluzioni più complete e unificate per dati, analisi e IA.

Per supportare i clienti nella costruzione di moderne architetture di dati con analisi in tempo reale e alimentare le loro applicazioni mission critical data-driven, Google Cloud ha annunciato nuovi aggiornamenti.

BigQuery Omni affronta la complessa gestione dei dati in ambienti ibridi e multicloud. Ora, con la disponibilità su scala globale, consente alle organizzazioni di eseguire analisi cross-cloud con dati in Amazon Web Services e Microsoft Azure.

Disponibile in anteprima, Spark on Google Cloud è il primo servizio Spark autoscaling e serverless al mondo per la piattaforma dati Google Cloud. Questo nuovo servizio rende Spark un’offerta premium su Google Cloud e consente ai clienti di attivarsi rapidamente e scalare all’infinito, indipendentemente dal fatto che inizino in BigQuery, Dataproc, Dataplex o Vertex AI.

Basandosi sul lancio di Vertex AI nel maggio 2021, Vertex AI Workbench offre un’esperienza utente unificata per costruire e implementare modelli di ML più velocemente, per accelerare il time-to-value per i data scientist e le loro organizzazioni. Ora le funzionalità integrate di data engineering sono direttamente disponibili negli ambienti data science per rendere l’acquisizione e l’analisi dei dati, insieme alla distribuzione e alla gestione dei modelli di ML, tutti disponibili da un’unica interfaccia.

Verrà anche annunciata una partnership con Salesforce Tableau per fornire una best-in-class BI Experience che consenta agli utenti di Tableau di analizzare senza soluzione di continuità i dati da BigQuery, di ottenere i vantaggi del modello semantico di Looker, e di lanciare Tableau direttamente da Google Sheets.

google workspace

Nuovità di Google Workspace

La soluzione permette ad oltre 3 miliardi di utenti di comunicare e collaborare, indipendentemente da dove si trovano, creando un luogo digitale per il lavoro. Google Workspace supporta l’aumento della produttività attraverso strumenti di assistenza come Smart Canvas. Inoltre offre un’esperienza utente efficace attraverso prodotti come Docs, Gmail, Meet e Chat, per soddisfare le esigenze uniche dei lavoratori.
Google Workspace annuncia diverse novità.

  • Una nuova integrazione Atlassian Jira che permette alle persone di creare facilmente nuovi ticket e monitorare i problemi all’interno della piattaforma.
  • Una nuova integrazione di Gmail AppSheet che permette a chiunque, anche a chi non è un codificatore, di costruire applicazioni e-mail per compiti come l’approvazione del budget, le richieste di ferie e altro.
  • Una partnership estesa con Citrix per garantire che i lavoratori dislocati e ibridi abbiano un accesso facile, sicuro e a bassa latenza alle applicazioni virtualizzate e desktop da qualsiasi luogo, con controlli di gestione di Citrix e l’infrastruttura globale di Google Cloud.
  • Nuove innovazioni di sicurezza in Google Workspace, tra cui la crittografia lato client per Meet che fornisce ai clienti il controllo sulle chiavi di crittografia, e Data Loss Prevention (DLP) per Chat, per prevenire la fuga di informazioni sensibili all’esterno di un’organizzazione.

cybersecurity pixabay

Cybersecurity in Google Cloud

Per gestire le sfide di sicurezza Google Cloud annuncia importanti novità.

Un nuovo Google Cybersecurity Action Team – questo team di consulenza security supporterà governi e imprese nell’utilizzo delle best practice di Google in ambito sicurezza per guidare, educare e informare il mondo su security transformation, threat intelligence e policy in materia di cybersecurity.

Un nuovo programma Work Safer – Work Safer è un nuovo programma di sicurezza costruito per soddisfare le esigenze di tutte le organizzazioni – piccole imprese, grandi aziende e istituzioni – molte delle quali si affidano alla tecnologia legacy e spesso non hanno le competenze per affrontare in modo efficace le crescenti sfide in ambito sicurezza associate al lavoro ibrido. L’offerta fornirà loro accesso alla sicurezza best-in-class per e-mail, riunioni, messaggi, documenti e altro ancora e unisce, in modo unico, soluzioni cloud-native e zero-trust di Google Workspace con soluzioni leader di settore di Google e dei suoi partner in ambito cybersecurity, CrowdStrike e Palo Alto Networks.

sostenibilita pixabay

Sostenibilità: Google vuole offrire il cloud più pulito

Google Cloud ha lanciato innovazioni per supportare i clienti a intraprendere una climate action immediata.

Carbon Footprint è disponibile per ogni cliente senza costi nella Cloud Console, in modo che ciascuno possa segnalare le emissioni di carbonio associate al proprio utilizzo di Google Cloud Platform, e misurare, tracciare e segnalare i progressi fatti rispetto ai propri obiettivi climatici.

Google Earth Engine è disponibile in anteprima come parte di Google Cloud Platform. In combinazione con BigQuery, Cloud AI e Google Maps Platform, permette alle aziende di tracciare, monitorare e prevedere i cambiamenti della superficie terrestre dovuti a eventi meteorologici estremi o ad attività causate dall’uomo. In questo modo, consentendo loro di risparmiare sui costi operativi. Inoltre, mitigando e gestendo meglio i rischi e diventando più resistenti alle minacce del cambiamento climatico.
Questa nuova offerta unirà dati unici, insights e funzionalità di Earth Engine con un’esperienza e un’affidabilità fully-managed e di livello enterprise.

Unattended Project Recommender è una nuova funzione che utilizza il machine learning per identificare i progetti che sono probabilmente obsoleti, segnalandoli in modo che le organizzazioni possano scegliere di eliminarli facilmente, riducendo le loro emissioni di carbonio, risparmiando economicamente e mitigando i rischi legati alla sicurezza.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php