Home Digitale Google Assistant, nuove funzionalità per più device smart

Google Assistant, nuove funzionalità per più device smart

Google è costantemente al lavoro a stretto contatto con i suoi partner di terze parti affinché i dispositivi abilitati per Google Assistant siano aggiornati con le ultime funzionalità di sicurezza, personalizzazione e utilità.

Chiaramente questo impegno da parte di Big G è finalizzato a supportare l’ecosistema che si è sviluppato attorno a Google Assistant a livello globale e che fornisce un importante valore aggiunto all’assistente vocale, nel suo utilizzo quotidiano nella smart home, e non solo.

Come parte di questo lavoro, Google ha di recente annunciato il roll-out di alcuni importanti aggiornamenti per un ventaglio sempre più ampio di device smart.

Tra questi update, c’è innanzitutto il supporto per Voice Match che si estende a più smart speaker. Con Voice Match è possibile insegnare a Google Assistant a riconoscere la voce dell’utente, in modo da poter ricevere risultati personalizzati, tra cui promemoria del calendario o lo stato del traffico in direzione del lavoro; ciò, anche se il dispositivo smart viene condiviso con altre persone della famiglia.

Sarà possibile collegare fino a sei voci di persone con Voice Match a un singolo smart speaker o smart display, in modo che l’intera famiglia possa ottenere un’assistenza personalizzata da parte di Assistente Google.

Google Assistant

Un altro aggiornamento fa sì che sarà disponibile una nuova impostazione nell’app Google Home che offrirà la possibilità di regolare la reattività della hotword dell’Assistente Google, “Hey Google”, sui propri speaker e display smart. Il roll-out di questa funzione continuerà su più dispositivi smart nelle prossime settimane.

È, poi, anche possibile scegliere l’altoparlante preferito per ascoltare musica. Ad esempio, un utente può chiedere a un dispositivo compatibile con Google Assistant di riprodurre musica e questa verrà riprodotta automaticamente dal suo altoparlante preferito, anche se è in un’altra stanza rispetto al device a cui è stata indirizzata la richiesta. È possibile impostare il diffusore predefinito per la riproduzione di musica per qualsiasi dispositivo abilitato per Google Assistant, con la specifica voce di menu delle impostazioni.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php