Gnome 2.8 c’è

Dopo sei mesi la diffusa interfaccia per Linux è in nuova versione. Network computing virtuale e ampio supporto Usb fra le carte migliori.

16 settembre 2004

La Gnome Foundation ha rilasciato l'ultima evoluzione dell'interfaccia desktop per Linux forse più diffusa al mondo, considerato che è utilizzata da Red Hat, Sun (nel Java Desktop), Mandrake, Novell (SuSe), Debian e Gentoo.


Pronta sei mesi dopo l'ultimo aggiornamento, la release Gnome 2.8 è un concentrato di nuove funzionalità, che puntano a far progredire anche l'usabilità.


I miglioramenti della nuova versione comprendono un server di remote desktop integrato (Vnc, Virtual network computing) che consente la condivisione e il controllo remoti dei client.


Nel pannello di controllo della nuova Gui esiste una funzione di Remote Desktop Preferences che permette all'utente di concedere i diritti di accesso da remoto al desktop.


Gnome 2.8 include anche l'applicazione di groupware Evolution 2.0, che comprende Apache SpamAssassin, ovvero l'anti-spam opensource.


Il File manager ora esercita l'associazione automatica di file, in modo da consentirela combinazione di due documenti senza che si debba procedere alla loro apertura. Presente anche un servizio di discovery di rete basato su Dns.


Interessante per la comunità di utenti Linux, il supporto Usb, che pare apporti maggiore facilità di utilizzo di queste periferiche. Gnome 2.8, infatti, fa uso dell'hardware abstraction layer di freedesktop.org, che riconosce automaticamente e collega al sistema diverse periferiche, dagli stick di memoria alle fotocamere digitali, dai Cd ai Dvd.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here