Gli obiettivi dell’Agenzia per l’attrazione degli investimenti

L’ex Sviluppo Italia si rivolge in particolare al Mezzogiorno

Con direttiva 27 marzo 2007 il ministero dello Sviluppo Economico ha dettato priorità, obiettivi e indirizzi per il piano di riordino interno e dismissioni delle partecipazioni dell'Agenzia nazionale per l'attrazione degli investimenti e lo sviluppo di impresa, secondo le disposizioni dell'art. 1, commi 459-463 della legge 296/2006 (Finanziaria 2007).
L'Agenzia (ex Sviluppo Italia Spa) svolge la propria attività rivolta alla ripresa della competitività, con particolare riferimento al Mezzogiorno, conformemente alle priorità e agli obiettivi finanziati nell'ambito del Qsn. Il Ministero concentra la linea d'azione dell'Agenzia in 3 specifiche priorità:
• Priorità 1 - Favorire l'attrazione di investimenti esteri di qualità elevata, in grado di dare un contributo allo sviluppo del sistema economico e produttivo nazionale;
• Priorità 2 - Sviluppare l'innovazione e la competitività industriale e imprenditoriale nei settori produttivi e nei sistemi territoriali;
• Priorità 3 - Promuovere la competitività e le potenzialità attrattive dei territori.

Direttiva 27 marzo 2007 (in corso di pubblicazione)

(per maggiori approfondimenti vedi (per maggiori approfondimenti vedi Finanziamenti&Credito, Novecento media)

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here