Gartner: non siamo nel 2001

Secondo la società di ricerche, la crisi c’è, ma le aziende hanno imprato molto dallo scoppio della bolla delle dot.com. Soprattutto quando si parla di leadership.

A margine dell’attuale situazione economica e dei provvedimenti presi dalla Banche mondiali, Gartner rilascia una breve nota nella quale traccia un quadro dell’attuale situazione e delinea i possibili scenari futuri.

Innanzi tutto, tiene a precisare la società, se è vero che gli attuali problemi economici stanno condizionando i budget It, nondimeno non ci troviamo nella stessa situazione che anni fa caratterizzò lo scoppio della bolla delle dot.com.

Lo scenario più pessimistico, sostiene Gartner, riduce la crescita della spesa It a un +2,3% nel prossimo anno, rispetto al +5,8% a suo tempo previsto. Un calo, certo. Un calo, per di più, che finirà per coinvolgere soprattutto Stati Uniti ed Europa, che finiranno per chiudere l’anno o con una crescita piatta o con un segno negativo.

Tuttavia, la recessione del 2001 qualcosa ha insegnato e le proiezioni di oggi ne sono la testimonianza.

In particolare, la lezione più importante imparata durante quell’annus horribilis riguarda l’agilità della leadership.
I Ceo, secondo Gartner, hanno imparato a rivolgersi a manager ed executive non più e non solo come a implementatori di strategie imposte dall’alto, ma come a consulenti, in grado di guidare le aziende tenendo sotto controllo i costi da un lato e promuovendo l’espansione dall’altro.

Appare dunque chiaro, che le aziende in grado di muoversi sul mercato con una struttura organizzativa snella sono quelle maggiormente in grado di reagire alla crisi attuale.

Per altro, ed è questo un secondo aspetto considerato importante da Gartner, oggi l’It è elemento pervasivo in tutte le attività dell’impresa ed è oggi più difficile rispetto a qualche anno fa parlare di drastiche riduzioni degli investimenti. Per altro, molte aziende hanno imparato a lavorare su piani pluriennali, aspetto quest’ultimo che di nuovo rende difficile tagli aggressivi e immediati della spesa.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome