Fumata nera per il Q2 di Qualcomm

Il produttore statunitense ha ridotto ulteriormente le proprie previsioni per il 2° trimestre dell’anno fiscale 2002. A risentirne maggiormente, le azioni della società, che sui mercati europei hanno perso il 5,4% del proprio valore

Qualcomm non naviga in buone acque. Dopo aver
rivisto al ribasso le proprie previsioni per il secondo trimestre dell'anno
fiscale 2002, il produttore di chip per telefoni cellulari ha registrato un
crollo pari al 5,4% del valore delle proprie azioni sul mercato europeo.

Solo in Germania, nel corso del 2001, le azioni Quancomm hanno perso il 41%
del proprio valore.
Secondo le previsioni del vendor di San Diego, in
California, nel trimestre che terminerà il prossimo marzo, le vendite dovrebbero
subire un decremento compreso tra i 3 e i 6 punti percentuali, rispetto ai 692,7
milioni di dollari registrati nel quarter precedente. I profitti, prima dei
costi per gli investimenti e le acquisizioni, dovrebbero essere compresi tra i
19 e i 21 centesimi per azione, rispetto ai 23 centesimi riportati nel primo
trimestre dell'anno fiscale 2002.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome