Robotic Process Automation: Fujitsu crea il centro europeo

Fujitsu ha creato in Danimarca un Centro Europeo di Eccellenza (CoE) per la Robotic Process Automation (RPA).

Il CoE svilupperà nuovi servizi per la gestione puntuale delle attività ripetitive, identificando e risolvendo le possibili cause del rallentamento dei vari processi, aiutando i clienti Fujitsu ad ottimizzare ed accelerare la trasformazione digitale sfruttando l'automazione robotica per eseguire attività amministrative quotidiane come il supporto ai clienti, le risorse umane e la contabilità.

Cosa fa la Robotic Process Automation

La RPA utilizza soluzioni robotizzate software sia con intelligenza artificiale (AI) sia senza, oltre a capacità avanzate di apprendimento automatico per gestire principalmente operazioni ripetitive e semplici, permettendo in questo modo alle risorse umane di concentrarsi sul lavoro creativo.

La RPA viene comunemente applicata nelle attività amministrative, di reporting, nel supporto ai clienti, nell’aggiornamento dei database e, in generale, nella digitalizzazione dei servizi.

Ad esempio, un robot può aggiornare elevati volumi di dati senza errori in un tempo decisamente inferiore rispetto a quello impiegato da un essere umano, potendolo fare senza interruzioni, 24 ore al giorno.

Da ciò ne deriva un aumento della produttività e della soddisfazione tra i dipendenti che potranno così dedicare più tempo a compiti che trovano maggiormente stimolanti dove possono offrire un valore aggiunto.

Per Bjarne Rasmussen, Manager Application Management di Fujitsu in EMEIA si sono già visti i vantaggi che i robot software e gli assistenti virtuali sono in grado di offrire: «Ora stiamo iniziando a prendere evidenza del reale potenziale dell'automazione nei processi robotici. Nuove modalità di impiego sono in continua evoluzione e il nuovo Centro di eccellenza ci permetterà di esplorare queste opportunità per sviluppare e condividere le migliori pratiche con i nostri clienti».

Il successo della distribuzione di RPA non riguarda progetti di tecnologia autonomi: «stiamo lavorando insieme ai clienti per creare soluzioni RPA che si integrino nei processi esistenti e contribuiscano ai progetti di trasformazione digitale».

Digitalizzazione continua

Ne risulta che l'intelligenza artificiale e la robotica sono parti chiave della quarta ondata di digitalizzazione. In linea con la sua visione di una Human Centric Intelligent Society, Fujitsu supporta i propri clienti a sfruttare nuove tecnologie digitali che migliorano le attività di lavoro. I

l Centro di RPA di Fujitsu consentirà di accelerare i progetti pilota, implementando e sfruttando le potenzialità offerta della RPA, semplificando i processi e migliorando l'efficienza. Lavorando in collaborazione con i clienti per creare nuovi servizi RPA, il team Fujitsu CoE garantirà che questi siano in linea e a supporto dei diversi obiettivi aziendali, adattandosi a progetti di digitalizzazione più ampi.

Servizi cloud per la Robotic Process Automation

La Robotic Process Automation ha un grande potenziale e potrà essere applicata in diversi settori e in molteplici funzioni. Può essere infatti implementato all’interno di sistemi IT completi, con l’obiettivo di svolgere compiti specifici, come l'elaborazione automatica delle transazioni, l’elaborazione dei dati o la comunicazione con altri sistemi.

Per facilitare l'implementazione delle funzionalità RPA, il CoE di Fujitsu per l'automazione automatizzata di robot sta sviluppando un portafoglio completo di software e servizi che in un prossimo futuro potranno essere combinati con le capacità di intelligenza esistenti e consegnate tramite il cloud service K5 di Fujitsu.

Progetto medicale in Finlandia

Il CoE di Fujitsu ha lanciato un progetto pilota presso il Distretto Ospedaliero dell'Ostrobothnia in Finlandia. Automatizzando la raccolta delle informazioni preliminari in fase di check-in dei pazienti, i dipendenti hanno oggi più tempo a disposizione per concentrarsi sulla cura del paziente. La raccolta automatizzata delle informazioni di base sul paziente provvede ad una indicazione preliminare circa la ragione della loro visita. La forma è dinamica, il che significa che le informazioni richieste dipendono dalla natura della visita del paziente.

Il responsabile IT dell'Ospedale di Ostrobotnia del Sud, Teemu Haukilehto, ha riscontrato risultati positivi: «Dai primi dati abbiamo verificato che l’ospedale di Seinäjoki, che accoglie ogni anno 20.200 pazienti, grazie all’introduzione dell’RPA sta risparmiando 33 minuti di lavoro al giorno. Non appena il sistema completo verrà distribuito alle 30 unità ambulatoriali, che accolgono un totale di 260.000 pazienti annui, ci aspettiamo che il tempo potenziale salvato arrivi a raggiungere i 109.200 minuti all'anno».

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here