Friuli Venezia Giulia, contributi le imprese che fanno rete

Il bando intende aiutare a sostenere spese in prodotti ICT, consulenza, formazione, ormozione e marketing effettuate da una rete d’impresa già formalmente costituita o che stipulerà un contratto di rete entro sei mesi dalla data di concessione dell’incentivo.

La Regione Friuli Venezia Giulia concede aiuti per lo sviluppo e la crescita delle imprese
incentivando i programmi di aggregazione tra imprese ed i contratti di
ret
e.

Il bando prevede un contributo in conto capitale pari al 50%
delle spese ammesse e con un limite massimo di 150.000 euro per ciascun
progetto di aggregazione.

I programmi di aggregazione devono riguardare una delle seguenti attività:

  • sviluppo di innovazione di processo a carattere tecnologico,
    organizzativo, gestionale;
  • processi di internazionalizzazione;
  • sviluppo e miglioramento di funzioni condivise dall’aggregazione
    finalizzate all’aumento dell’efficienza e dell’imprenditorialità;
  • realizzazione di attività comuni per l’innovazione di prodotto;
  • definizione di regole di commercializzazione supportate da linee comuni di
    marketing;
  • organizzazione e partecipazione a tavoli tecnici per la standardizzazione
    dei processi aziendali, condivisione di procedure sulla qualità dei processi,
    condivisione di procedure ambientali;
  • creazione e promozione dei marchi di rete. Le richieste di
    contributo possono essere inoltrate da Pmi aventi sede operativa/legale sul
    territorio della Regione Friuli Venezia Giulia
    .

Obiettivo dell’iniziativa è la realizzazione di progetti aventi a
oggetto:

  • sviluppo di una rete d'impresa già formalmente costituita;
  • stipulazione di un contratto di rete entro sei mesi dalla data
    di concessione dell'incentivo.

A tal fine sono ammissibili le seguenti tipologie di spesa,
se sostenute successivamente alla presentazione della domanda:

  • Propedeutica di orientamento, formazione e creazione della
    rete
    :
    • spese relative all’acquisizione di servizi di consulenza e
      formazione concernenti la partecipazione di almeno un rappresentante per
      ogni Pmi partecipante al progetto di aggregazione in rete alle sessioni
      di lavoro;
  • Predisposizione del progetto di aggregazione:
    • spese per l’acquisizione di servizi di consulenza
      specialistica;
    • per le sole reti d’impresa non formalmente costituite al
      momento di presentazione della domanda, le spese relative all’onorario
      notarile sostenute per la costituzione della rete;
  • Realizzazione del progetto di aggregazione:
    • spese per l’acquisto e la realizzazione di materiali
      promozionali e informativi relativi al progetto di aggregazione in rete;
    • spese per la partecipazione a fiere, esposizioni,
      manifestazioni economiche, incontri con imprese limitatamente ai costi
      per la quota di iscrizione;
    • spese per l’acquisizione di servizi di consulenza
      specialistica volta a sviluppare, gestire, standardizzare i processi
      produttivi, le procedure di qualità, il rispetto della pertinente
      normativa, in particolare quella di natura ambientale;
    • spese per l’acquisizione di servizi diretti allo sviluppo
      commerciale nazionale ed internazionale della rete d’imprese, quali
      ricerche di mercato e piani di marketing strategico;
    • spese per l’acquisizione di servizi diretti allo sviluppo e
      all’ideazione di brand e design di prodotto, alla comunicazione ed al
      marketing della rete;
    • spese per l’acquisizione di servizi di consulenza gestionale,
      assistenza tecnologica, trasferimento di tecnologie, nonché in materia di
      acquisizione, protezione e commercializzazione dei diritti di proprietà
      intellettuale e di accordi di licenza ovvero volta all’ottenimento delle
      certificazioni Iso;
    • spese per l’acquisizione di servizi relativi a banche dati,
      biblioteche tecniche, ricerche di mercato etichettatura, test e certificazione
      di qualità, finalizzati all’innovazione;
    • spese per l’acquisizione di brevetti e diritti di licenza;
    • spese per l’acquisto di macchinari, attrezzature, nonché
      hardware e software;
    • compenso lordo a carico della Pmi partecipante spettante al
      manager di rete, preposto alla conduzione, al coordinamento e alla
      gestione delle attività della rete, con durata contrattuale per lo
      svolgimento delle relative attività, non eccedente i dodici mesi.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome