Del nuovo top di gamma per connessioni DSL FRITZ!Box 7590 si nota per prima cosa il design rinnovato. Ma, giustamente, il produttore ne evidenzia anche, e soprattutto, i miglioramenti e i potenziamenti tecnologici. Il nuovo modello supporta la tecnologia supervectoring 35b, con velocità fino a 300 Mbit/s, e sul versante wireless il dual-band AC+N con tecnologia Multi-User MIMO 4x4.

Grazie al supporto per il supervectoring e il profilo 35b della connessione DSL, la banda passante aumenta a 35 MHz e di conseguenza la velocità di download arriva fino a 300 Mbit/s. Naturalmente il provider e il proprio impianto devono supportare anch’essi tali velocità. Il FRITZ!Box 7590 funziona inoltre con le attuali connessioni basate su IP, con linee analogiche e ISDN e, tramite la porta gigabit WAN disponibile, può essere collegato al modem in fibra ottica o via cavo.

FRITZ!Box 7590

A gestire il routing dei dati nel nuovo modello troviamo un processore dual-core di ultima generazione. Le prestazioni sulla rete wireless non sono da meno: grazie alla tecnologia 4x4 MIMO multiutente si raggiunge una velocità di 1.733 Mbit/s sulla banda di frequenza a 5 GHz e ulteriori 800 Mbit/s sulla banda a 2,4 GHz; otto antenne si occupano della trasmissione senza fili dei dati. Il 7590 può distribuire quattro stream di dati in parallelo a quattro dispositivi, contemporaneamente.

Il FRITZ!Box 7590 consente l’integrazione di strutture di rete articolate, inclusi sistemi di telefonia: dispone inoltre di quattro porte LAN Gigabit e di due porte USB 3.0. Per la prima volta nella linea i led possono essere regolati automaticamente in base alla luce ambientale, per ottimizzare il consumo energetico.

FRITZ!Box 7590

Sempre per quanto riguarda la rete wireless, la nuova versione del sistema operativo FRITZ!OS 6.80 introduce un importante aggiornamento: con il band steering il dispositivo FRITZ!Box determina quali device wireless hanno la precedenza e su quale frequenza, ed effettua automaticamente il cambio di banda; in questo modo viene ottimizzata la velocità di trasmissione dei dati sia sulla rete principale sia su quella per gli ospiti.

Maggiori informazioni sul sito AVM.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome