Fondo di garanzia Pmi anche per i minibond

Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il decreto attuattivo del MiSe con i requisiti e le caratteristiche delle operazioni ammissibili, le modalità di concessione della garanzia, i criteri di selezione nonché l’ammontare massimo delle disponibilità finanziarie del Fondo.

E' stato
pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 172 del 26 luglio 2014 il decreto del Ministero dello
Sviluppo Economico
del 5 giugno 2014, riguardante l'estensione degli interventi del
Fondo di Garanzia per le Pmi alle operazioni di sottoscrizioni di mini
bond e portafogli di mini bond
. Il
Decreto stabilisce quindi i requisiti e le caratteristiche delle operazioni
ammissibili, le modalità di concessione della garanzia, i criteri di selezione
nonché l'ammontare massimo delle disponibilià finanziarie del Fondo da
destinare alla copertura del rischio derivante dalla concessione della
garanziaa operazioni di sottoscrizion.

Più in
dettaglio, ai fini dell'ammissibilità
alla garanzia del Fondo i mini bond devono avere le seguenti caratteristiche:
essere finalizzati al finanziamento dell'attività d'impresa; non avere a
oggetto la sostituzione di linee di credito già erogate al soggetto
beneficiario finale; la sottoscrizione e la messa a disposizione delle somme al
soggetto beneficiario finale devono essere successive alla data di delibera del
Consiglio di gestione di accoglimento della richiesta di garanzia del Fondo; la
durata deve essere compresa tra 36 e 120 mesi
e non essere presenti altre
garanzie, reali o assicurative, per la quota coperta dalla garanzia del Fondo.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here