Finalmente chiarezza per le Wlan pubbliche

Aprile 2004, Dopo mesi di incertezza, finalmente gli operatori Itc sapranno come rispondere ai propri clienti. La normativa italiana legata alle trasmissioni wireless, infatti, ha rappresentato per lungo tempo un buco nero limitandone la diffusione sop …

Aprile 2004, Dopo mesi di incertezza, finalmente gli operatori Itc
sapranno come rispondere ai propri clienti. La normativa italiana legata alle
trasmissioni wireless, infatti, ha rappresentato per lungo tempo un buco nero
limitandone la diffusione soprattutto in ambito professionale. In base al precedente
riferimento legislativo (il decreto del Presidente della Repubblica 447 del
5 ottobre 2001) le frequenze a 2,4 GHz (usate nella trasmissione wireless) erano
utilizzabili solo nell'ambito di Lan a uso privato, mentre per connettere
una Wlan alla rete pubblica occorreva un'autorizzazione del ministero
e addirittura, caso unico in Europa, il pagamento di un canone. La lacuna più
evidente riguardava tutte le aziende che operano su diversi stabili vicini.
La normativa, infatti, non trattava il problema dello sconfinamento dell'emissione
a radiofrequenza nelle aree pubbliche esterne a un edificio con copertura wireless.
Fortunatamente, negli ultimi tempi si è fatta un po' di chiarezza
in tal senso e lo scorso marzo è stato pubblicato un decreto che liberalizza
l'adozione per uso collettivo delle frequenze a 2,4 GHz. Si attende, ancora,
entro breve, un intervento dell'Autorità Garante per le Comunicazioni
e dell'Autorità Antitrust, che dovrebbe chiarire completamente
gli aspetti normativi che regolano l'utilizzo di questa tecnologia. Questo
completamento contribuirà certamente a una più rapida diffusione
degli hot spot sul territorio italiano.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here