Federcomin: andiamo verso la convergenza

L’osservatorio semestrale sulla Società dell’informazione conferma la forte crescita della banda larga

Il protocollo Ip sta diventando l'elemento unificante del mondo delle
comunicazione. Dai servizi online alla telefonia fino alla televisione “Internet si pone come strumento di comunicazione ad ampio spettro”. L'osservatorio semestrale sulla Società dell'informazione di
Federcomin sancisce i passi decisivi sul fronte della convergenza e certifica
con una serie di dati la crescita dell'Ict. Secondo la federazione che associa
le principali imprese del mondo Ict in Italia ci sono 6,8 milioni di
collegamenti Internet a banda larga (44%), il 64% dei navigatori viaggia ad alta
velocità in Rete e il 58% delle famiglie è dotato di pc. Rispetto all'ultimo
trimestre del 2004 gli utilizzatori del Web sono aumentati del 7,6% e 18,3
milioni di italiani si sono connessi a Internet almeno una volta negli ultimi
tre mesi del 2005.



Le imprese. A
dicembre 2005 solo il 57,3% delle aziende possiede un accesso a Internet. Di
queste il 68,7% utilizza la banda larga, il 70% ha un sito e il 20% una Intranet
o una Extranet. Questi valori si avvicinano al 100% per le aziende con più di
250 addetti.


Pubblica amministrazione. Secondo uno studio dell'Unione europea sui servizi
della Pa disponibili on line si è passati dal 37% del 2001 al 67% del 2004.
L'Italia si trova all'ottavo posto in Europa con dieci servizi su venti
totalmente disponibili on line. Il numero delle aziende che utilizzano la rete
per rapportarsi con la Pa mostra un leggero incremento rispetto a sei mesi
prima, mentre aumenta anche il numero dei visitatori dei siti degli enti
pubblici: da 10,4 milioni dell'ultimo trimestre 2004 a 13,2 milioni nello stesso
periodo del 2005 (+27%). Oltre il 62% della popolazione Internet attiva ha
visitato un sito della Pa negli ultimi tre mesi del 2005.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome