Fatturato in crescita per Tecnodiffusione

E’ stato chiuso a 347 miliardi di lire il fatturato 2000 di Tecnodiffusione Italia, un risultato che registra un tasso di crescita del 73,5% sui ricavi del precedente esercizio fiscale. L’incremento è da attribuire soprattutto al segmento consum …

E' stato chiuso a 347 miliardi di lire il fatturato 2000 di
Tecnodiffusione Italia, un risultato che registra un tasso di
crescita del 73,5% sui ricavi del precedente esercizio fiscale.
L'incremento è da attribuire soprattutto al segmento consumer, che ha
contribuito per il 52% sul fatturato dell'intero anno. Nel corso del
2000 la società pisana ha prodotto e venduto 75.000 pc a proprio
marchio, l'80,7% in più rispetto al 1999.
"I risultati di Tecnodiffusione sono sintomatici di due fenomeni
- ha affermato Bruno Kraft, direttore generale della società
-. In primo luogo che i consumi in Italia non sono diminuiti. Dopo
il Millenium Bug, il mercato professionale è ripartito con gli
investimenti e, da parte sua, anche il consumer continua a non
mostrare segni di cedimento. In secondo luogo che, a fronte dei
recenti warning di alcuni big dell'It, Tecnodiffusione ha addirittura
superato del 15% le proprie stime, supportata anche da un mercato non
ancora saturo"
. E proprio per rispondere al meglio alle richieste
locali, nel 2001 la società conta di immettere sul mercato 130.000
sistemi, pc realizzati a Scarmagno in seguito alla costituzione di
Cms, la joint venture recentemente siglata con il Gruppo Finmek.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here