Facebook Marketplace promuove le imprese locali

A metà strada tra l’ecommerce e lo shopping di prossimità, questo dovrebbe essere, Facebook Marketplace, nuovo servizio che il social network si prepara a lanciare negli Stati Uniti, UK, Australia e Nuova Zelanda.

Marketplace, accessibile attraverso un’icona dedicata, propone al visitatore una lista di oggetti in vendita vicino al luogo in cui si trova. Trovato l’oggetto di suo interesse, l’utente può contattare il venditore, presentare la propria offerta, accordarsi per la transazione.

Facebook Marketplace non è una piattaforma di ecommerce

In questa fase Marketplace, che successivamente verrà esteso anche ad altri mercati, non si propone come piattaforma di ecommerce: Facebook non gestisce le transazioni, non segue la logistica e non richiede una quota sulle vendite promosse sul social network.
Per la società si tratta di una ulteriore modalità di ingaggio dell’utente rispetto ai suoi servizi e di promozione dei business locali, che hanno a disposizione una nuova vetrina per farsi conoscere.
Al momento Marketplace sarà disponibile solo attraverso la app di Facebook, ma la versione desktop, così come le versioni per gli altri Paesi, arriveranno nei prossimi mesi.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here