Facebook compra Ctrl-labs per avere un’interfaccia neurale

Il direttore delle attività di realtà virtuale e realtà aumentata di Facebook, Andrew Bosworth, ha annunciato tramite un post sul proprio profilo social che la società ha raggiunto un accordo per comprare Ctrl-labs.

Si tratta di una startup che sta sviluppando una metodologia che consente alle persone di comunicare con i computer tramite segnali cerebrali.

Ctrl-labs si unirà al team Reality Labs di Facebook diretto da Bosworth, computer scientist di formazione harvardiana, che prima di arrivare in Facebook è stato Software Design Engineer di Microsoft.

Ctrl-labs è stata fondata da Thomas Reardon, neuroscienziato computazionale che è stato anch'esso programmatore e sviluppatore presso Microsoft, con l'intento di creare interfacce che consentano alle persone di controllare e utilizzare i computer tramite il pensiero.

Facebook, ha spiegato Bosworth, intende utilizzare la tecnologia di interfaccia neurale di Ctrl-labs per mettere in vendita in tempi brevi un braccialetto in grado di dare alle persone il controllo neurale dei loro dispositivi, cproiprio ome se questi fossero una naturale estensione del movimento delle persone.

Fonti americane (Cnbc) dicono che l'operazione vale circa un miliardo di dollari.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome