Euronics cresce e punta su nuovi format

Prevista maggiore selettività nella concessione del marchio e più collaborazione da parte dei fornitori

Grandi cambiamenti nel panorama competitivo e di mercato della grande
distribuzione specializzata spingono una realtà come Euronics a prepararsi ad
affrontare il futuro. In che modo, lo racconta il presidente di Euronics, Albino
Sonato, durante l'annuale convention con partner e fornitori.

"Negli ultimi anni ci siamo confrontati con nuovi prodotti (It e audio/video sono ormai quelli più richiesti dai consumatori), nuovi concorrenti come le multinazionali straniere e nuovi modi di comunicare. Ha preso piede l'e-commerce e, oggi, un punto vendita si trova a gestire referenze quattro volte superiori rispetto al passato. I clienti, poi, sono molto infedeli, sia verso l'insegna, sia verso i prodotti. E, infine, anche le fonti di finanziamento sono cambiate, così come i fornitori che tendono a curare troppo poco l'assistenza tecnica, facendo ricadere i costi su di noi".


Euronics, che oggi conta 234 negozi e 500 Euronics Point affiliati, si impegna a far crescere la catena (previste per il 2007 altre 20/25 nuove aperture), in punti strategici, soprattutto presso centri commerciali, segmentando le superfici con specifici format per aumentarne la produttività, mentre darà ulteriore sviluppo all'e-commerce.

Anche dal punto di vista delle promozioni sono allo studio sei volantini nazionali e due grossi eventi, oltre a progetti che riguardano il sistema informativo centrale per
accentrare le attività. Già nel 2006 la società che ha fatturato 1,640 milioni di euro, il 16% in più rispetto al 2005, ha investito risorse lavorando sulla propria immagine e sulla maggiore selettività degli affiliati.


"Vogliamo garantire uno sviluppo dei soci su solide basi finanziarie. Inoltre - spiega il presidente - applichiamo una maggiore selettività nella concessione e nel mantenimento dell'insegna, anche attraverso attività di benchmarking sui soci che, a breve, certificheremo. Parallelamente abbiamo lavorato con strumenti che ci hanno permesso di migliorare i nostri punti deboli e avere maggiore consapevolezza della nostra forza". Il gruppo nel corso del 2006 ha
rafforzato l'identità e l'unitarietà della catena tramite la radio in store, che
trasmette musica e messaggi promozionali nei punti vendita, ma anche attraverso
ValueLab, sistema di geomarketing su Web per conoscere il territorio e gestire
lo sviluppo. Accanto a questo TradeLab ha supportato
Euronics nella gestione dei format dei punti vendita facendo un'analisi
della rete, della concorrenza e dei comportamenti di acquisto dei consumatori.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome