Ericsson dara in outsourcing la produzione dei telefonini

Venerdì la svedese Ericsson ha annunciato l’intenzione di affidare le operazioni della sua strategica divisione terminali cellulari alla Flextronic International di Singapore. La decisione arriva dopo che la stessa divisione ha registrato un cal …

Venerdì la svedese Ericsson ha annunciato l'intenzione di affidare le
operazioni della sua strategica divisione terminali cellulari alla
Flextronic International di Singapore. La decisione arriva dopo che
la stessa divisione ha registrato un calo di oltre 60% dell'utile
trimestrale. Attualmente al terzo posto della classifica mondiale dei
costruttori di telefonini dietro Nokia e Motorola, Ericsson ha
registrato un utile netto di 2,25 miliardi di corone, circa 230
milioni di euro nel quarto trimestre, contro i 6,32 miliardi di
corone dello stesso periodo del '99. L'outsourcing dei cellulari
costerà al gruppo svedese un onere di 8 miliardi di corone, che
andranno ad aggiungersi ai quasi cinque miliardi già accantonati per
altre ristrutturazioni in atto. L'accordo prevede il trasferimento
alla Flextronic di circa 4.200 dipendenti Ericsson. Altri 600 posti
di lavoro verranno eliminati. I risultati annuali sono comunque
positivi. Ericsson registra un profitto di 21 miliardi di corone, 2,2
miliardi di euro, contro i 12,1 del 1999.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here