Ericsson contro Sendo

L’una accusa l’altra di non pagare le royalty previste per l’utilizzo della tecnologia Gsm. La seconda chiama in causa la Commissione Europea e ventila l’ipotesi di cartello.

Una nuova causa legale contrappone questa volta Ericsson e
Sendo.
La società svedese ha infatti aperto un contenzioso in
Olanda, Gran Bretagna e Germania, accusando la britannica Sendo di
utilizzo illecito della tecnologia Gsm, della quale detiene il
brevetto.
Da parte sua, Sendo ammette di utilizzare la tecnologia in
questione, ma a sua discolpa sotiene di aver a lungo cercato di negoziare un
accordo di licensing equo con Ericsson, senza riuscire a raggiungerlo.
Sendo
lamenta la non equità delle quote imposte, che di fatto finiscono per essere
ribaltate sugli utenti, con evidenti effetti negativi a livello di
concorrenzialità sul mercato.
E annuncia che la Commissione Europea ha aperto
una inchiesta su Ericsson e su altri produttori di telefoni cellulari, per
verificare se il sistema di licenze finora applicato non si configuri di fatto
come "cartello".

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here