Equifax misura il grado di affidabilità di clienti e fornitori

Giunta di recente sul mercato di casa nostra, la società specializzata nel settore della business information sulle aziende e i consumatori ha già pronta una nuova gamma di servizi online

Equifax Italia, filiale della multinazionale statunitense che fornisce
business information a valore aggiunto, è ora pronta a espandersi anche sul
mercato di casa nostra. Sbarcata in Italia, in seguito all'acquisizione
di Sek - società pisana specializzata nelle informazioni immobiliari -
Equifax propone una gamma di servizi accessibili via Internet
per prevenire rischi di natura commerciale o a pianificare operazioni di
geo-marketing.

Tra
questi, Equifaxentry, Equifaxprofile, Equifaxvalue ed
Equifaxglobal che, in maniera diversa, permettono
l'accesso personalizzato a dati pubblici e in possesso delle Camere
di Commercio, ma anche a dati pregiudizievoli provenienti dal tribunale o conservatoria,
nonchè visure immobiliari e dati camerali. Il tutto condito da rapporti informativi
per valutare il grado di affidabilità, per
esempio, di fornitori e clienti.

«Quelle che Equifax
Italia si propone di vendere
- ha sottolineato Patrizia Zambianchi, ex
D&B e ora direttore generale della neo costituita filiale italiana -,
sono informazioni di carattere economico che, partendo dalle indicazioni
dell'utente che ne fa richiesta, possono essere elaborate per rispondere a
specifiche esigenze di business. Il nostro target spazia dall'universo finance a quello delle telco e della grande
distribuzione organizzata
».

Accadrà così che, in modalità offline, sarà
possibile studiare con un cliente il fabbisogno di informazioni che quest'ultimo
necessita per allargare, per esempio, il proprio portafoglio clienti in una
specifica area geografica. Allo stesso tempo, in modalità online, sarà invece
possibile fornire in tempo reale, per esempio via palmare, le coordinate di un
potenziale cliente a un venditore che si trova a transitare in una determinata
zona geografica.
«Sempre di più, infatti - ha ribadito Zambianchi -,
Internet in tutte le sue diverse applicazioni, sarà lo strumento principe
per l'erogazione di questo genere di servizi
».

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome