Entratel, i documenti per l’abilitazione viaggiano via Pec

Entro il prossimo 30 settembre, sarà possibile utilizzare la posta elettronica certificata per l’abilitazione al servizio e per le istanze di variazione dell’utenza.

Entro il 30 settembre sarà operativa
la nuova procedura che rendera
più agevole
presentare la documentazione necessaria per essere abilitati al servizio
telematico Entratel.
Agli interessati sarà infatti data la possibilità di avvalersi
anche della trasmissione via posta elettronica certificata. A prevederlo, è il
provvedimento direttoriale del 31 luglio, che apporta modifiche al precedente
provvedimento del 10 giugno 2009, concernente l’adeguamento dei servizi
telematici alle prescrizioni dettate dal Garante per la protezione dei dati
personali con provvedimento del 18 settembre 2008.

Secondo la procedura attuale, per ottenere l'abilitazione al servizio occorre richiedere
online, attraverso il sito dei servizi telematici dell'agenzia delle Entrate,
il codice di pre-iscrizione che viene immediatamente attivato dopo aver fornito
le informazioni richieste.

Entro trenta giorni dalla ricezione del codice, l'utente deve presentare
domanda di abilitazione, corredata dalla relativa documentazione, a un ufficio
delle Entrate della regione dove possiede il proprio domicilio fiscale. I
soggetti diversi dalle persone fisiche devono presentare anche, per ciascuna
eventuale sede secondaria da attivare, una lista con i dati sui gestori
incaricati.
Gli utenti persone giuridiche (enti, società, studi professionali eccetera),
già in possesso dell'abilitazione, devono comunicare all'Agenzia l'elenco dei
propri gestori incaricati o attraverso una funzione disponibile sul sito dei
servizi telematici riservata ai rappresentanti legali o negoziali, persone
fisiche, registrati nell'Anagrafe tributaria, o presentando un apposito modulo,
disponibile presso gli uffici delle Entrate o sul sito dei servizi telematici,
all'ufficio che ha rilasciato l'abilitazione.


L’iter dettato dal  nuovo provvedimento  contempla, in alternativa a tale
modalità di presentazione della documentazione (e per eventuali successive
variazioni), anche la possibilità di trasmissione tramite posta elettronica,
utilizzando l’indirizzo fornito insieme al codice di pre-iscrizione.
Unica condizione richiesta è che la domanda di abilitazione sia sottoscritta
mediante firma digitale dal richiedente o, in caso di utenti diversi dalle
persone fisiche, dal rappresentante legale o negoziale.

L’avvio della nuova procedura sarà reso noto sul sito internet dell’Agenzia
delle Entrate.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here