Emc apre il fronte dei servizi di consulenza e professionali

La società di Boston ha deciso di farsi paladina dello storage in ambienti “open” puntando, oggi in modo ancora più incisivo che non in passato, sulla divisione Professional Services. Forte anche di una partnership siglata con Accenture.

 


Che il mercato storage stia fornendo un contributo fondamentale ai servizi professionali e di consulenza lo dicono in molti. Idc, ad esempio, stima una crescita del mercato dei servizi di consulenza nello storage che dovrebbe passare dai 2,8 miliardi di dollari registrati nel 2001 ai 4 miliardi previsti per il 2005. I clienti richiedono soluzioni "chiavi in mano" realizzate da professionisti che siano in grado di rispondere al meglio alle proprie esigenze, salvaguardando gli investimenti sostenuti in passato. Anche Emc, colosso dello storage in rete, lo ha capito. Già da diverso tempo, infatti, la società si è strutturata per offrire un supporto concreto all'integrazione delle sue soluzioni in ambienti complessi. Le attività consulenziali sono erogate attraverso la divisione Professional Services che, nel corso degli ultimi anni, è cresciuta progressivamente e oggi impiega, a livello mondiale, circa 1.500 persone, 80 delle quali in Italia. Le proposte vanno dallo studio delle problematiche di business alla verifica di fattibilità dei progetti, dalla certificazione dei sistemi all'implementazione. Negli ultimi anni, poi, l'offerta è evoluta verso i servizi di Site management, erogati sulla base di obiettivi specifici dei clienti e garantiti dalla stipula di Service level agreement. "Finita la dicotomia che vedeva fermamente relegati ai ruoli tradizionali il fornitore di tecnologie e il consulente - ha tenuto a precisare Stefano Barnini, Information Solution Consulting di Emc e Isc South Europe Client Director -, Emc si prefigge di proporsi come fornitore di storage ad ampio spettro. In questo contesto, quindi, l'idea è di posizionarci come provider di consulenza, per offrire un aiuto concreto nella scelta, progettazione e realizzazione di soluzioni data-centriche, indipendenti dal marchio e non limitate alla tecnologia".

L'accordo con Accenture


Proprio per completare l'offerta di servizi professionali, Emc ha avviato lo scorso anno una collaborazione con Accenture. L'accordo ha dato vita alla Information Solutions Consulting (Isc), una business unit dedicata, composta da circa 200 specialisti provenienti da entrambe le realtà coinvolte. La struttura propone consulenza sullo storage in ambienti multivendor e multi-piattaforma. L'offerta spazia dalla definizione di strategie legate all'infrastruttura di memorizzazione, con un occhio di riguardo alla valutazione degli aspetti finanziari e operativi del cliente, e arriva all'elaborazione di strategie per l'ottimizzazione della gestione dello storage. In questo contesto, si pone particolare attenzione al controllo dei costi e della complessità, associato alla crescita esponenziale delle informazioni e al miglior utilizzo degli asset di memorizzazione. Le attività di Isc, infine, coprono anche lo spettro del consolidamento degli ambienti storage, con l'analisi della situazione esistente e la valutazione delle opportunità concrete garantite da un'infrastruttura efficiente e facilmente gestibile, per arrivare alla definizione di un Business continuity plan, ovvero al disegno di una strategia che si focalizzi sulla continuità del servizio di storage, comprendendo anche l'elaborazione di un piano di disaster recovery.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here