Eds in perdita per colpa della Marina statunitense

Un ridimensionamento di un importante contratto mette in predicato la trimestrale della società di consulenza, che si attende comunque un 2004 piatto

6 febbraio 2004 La riduzione di un importante contratto con la
Marina statunitense è la causa che ha portato Eds a una
perdita di
354 milioni di dollari, pari a 74 cent ad
azione, laddove lo scorso anno la società aveva registrato un utile di 360
milioni di dollari, pari a 75 cent ad azione.
I problemi, sostiene la
società, sono tutti da scrivere al contratto per la realizzazione di una rete di
comunicazione per la Marina, originariamente valutato 6,7 miliardi dollari, ora
ritoccato al ribasso di oltre mezzo miliardo di dollari e suscettibile, a questo
punto, di ulteriori modifiche per una serie di ritardi tecnici.
Senza la
riduzione del contratto, che Eds dichiara essere giunta del tutto
inattesa, e senza 84 milioni di spese di ristrutturazione, Eds dichiara
avrebbe raggiunto un utile di 59 milioni di dollari, pari a 12 cent ad azione,
leggermente al di sopra degli 11 cent attesi da Thomson First Call.
Sul
periodo in esame, il fatturato è cresciuto da 5,47 a 5,76 miliardi di dollari,
ma la società si attende un 2004 sostanzialmente piatto, sia a causa del mancato
rinnovo di alcuni contratti, sia a causa della riduzione in valore di
altri.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here