Ecotre unisce telefonia e Crm

Una vecchia fonderia dotata di sistemi high tech per gestire al meglio i rapoprti con i clienti

“Quello della fonderia è un mondo affascinante e creativo, dove il metallo assume quasi per magia le forme più diverse, quella di una forchetta, per esempio, di un casco, o di una scultura”. Nelle parole di Lorenzo Valente, 33 anni, traspare tutta la passione per un mondo che tutti pensano “brutto, sporco e pericoloso”.



Una passione trasmessagli dal padre Tiziano, classe 1944, che nel 1982 creò a Brescia la Ecotre, di cui oggi Lorenzo, una laurea in ingegneria gestionale, è responsabile fonderia e simulazione, nonché Cio.



Ecotre è un’agenzia di rappresentanza di tecnologie di avanguardia per la fonderia, in particolare di impianti sottovuoto (il prodotto di punta si chiama Fondarex), simulatori di colata (ProCast), automazione (Sir) e trattamento delle superfici (Tecnofirma). Una piccola realtà che però, come ricorda Valente “per il tipo di prodotto e servizio ad alto impatto tecnico e tecnologico, ha la necessità di dotarsi di strumenti di livello, in ambito Ict e non solo”. Come sempre in territorio bresciano, un concentrato di fonderie, il pragmatismo e la concretezza guidano l’azione quotidiana, anche se il salto verso gli aspetti più squisitamente commerciali e di marketing hanno ormai un peso decisivo. Non a caso, Lorenzo ricorda la grande apertura del padre nei confronti delle tematiche dell’Ict, lui che certo non appartiene a una generazione bits&bytes.



Fu così quando un anno e mezzo fa si decise di adottare un cluster di calcolo (basato su 64 processori Amd Opteron) per realizzare analisi scientifiche nell’ambito dei processi di fonderia. Precedentemente era stata avviata una collaborazione con Cisco, attraverso il partner Xmatica, per un progetto nell’ambito della sicurezza dei dati sensibili. “Fu implementata una soluzione per la crittografia dei dati, all’epoca un progetto da precursori”. Più recentemente, sempre con Cisco, il progetto che ha rivoluzionato la telefonia di Ecotre.



Perché proprio Cisco? “Perché non ha solo soluzioni tecnologiche valide – risponde Lorenzo Valente – ma offre anche alti livelli di competenza, di qualità delle persone”. L’esigenza dunque era quella di rinnovare completamente l’infrastruttura telefonica, andando al di là del classico centralino, con l’obiettivo di rafforzare le capacità di comunicazione dell’azienda, ma anche di acquisire una maggiore flessibilità. “Abbiamo chiesto una soluzione che rispondesse alle esigenze dell’immediato, ma che fosse anche in grado di adattarsi agli sviluppi tecnologici e aziendali, nel medio e lungo termine, in un mercato in continua evoluzione. Qualcosa che potesse anticipare i tempi”.



Come dire, unified communications, ovvero l’integrazione della telefonia con i sistemi informativi dell’azienda. Ancora da Xmatica è stata implementata una piattaforma Cisco perfettamente interconnessa con il resto del sistema informativo aziendale. “La possibilità di avere un sistema totalmente integrato tra telefonia e Crm ci permette di gestire le chiamate dei clienti al meglio da ogni postazione, aspetto che per Ecotre è fondamentale”. A proposito di flessibilità, Lorenzo Valente sottolinea come il centralino di Cisco permetta una personalizzazione via software, non hardware, che si realizza con grande flessibilità. La sensazione per tutti quelli di Ecotre che usano la unified communication (forza vendita, personale tecnico di assistenza,..) è quella di avere “un piccolo grande computer all’interno del telefono integrato con il resto dei dispositivi It. Per non parlare di funzionalità quali le audio-conferenze e le caselle vocali”.



Tra i vantaggi più macroscopici conseguiti, Valente ricorda la flessibilità e la facilità di utilizzo (“è possibile spostare un terminale da un punto all’altro, trasferire telefonate dal centralino al cellulare senza che nessuno si accorga di nulla”), l’integrazione col software gestionale (prossima l’adozione di un Erp), la possibilità, importante soprattutto per il personale field, di telefonare dal proprio Outlook. Ma c’è dell’altro. “I prodotti di Cisco soddisfano anche le nostre esigenze estetiche, grazie a un design molto avanzato e gradevole. Un esempio? L’Ip phone Cisco 7991 ha un fantastico visore a colori”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome