E.Biscom parla tedesco

E.Biscom starebbe per varcare per la prima volta i patri confini per investire una somma di 200 milioni di euro sul lucroso mercato dei servizi multimediali della città tedesca di Amburgo. Lo affermano fonti vicine al fornitore milanese di conte …

E.Biscom starebbe per varcare per la prima volta i patri confini per
investire una somma di 200 milioni di euro sul lucroso mercato dei
servizi multimediali della città tedesca di Amburgo. Lo affermano
fonti vicine al fornitore milanese di contenuti e servizi a larga
banda che continua a disporre di circa 1 miliardo e mezzo di Euro di
capitale raccolto con la quotazione dello scorso marzo. In queste ore
dovrebbe essere annunciato l'acquisizione per contanti di due terzi
di HanseNet Telekommunikation, divisione telco della municipalizzata
Hamburgische Elektrizitaets-Werke. La formula per contanti è
sorprendente in una economia normalmente basata sullo scambio di
pacchetti azionari. HanseNet riceverà le iniezioni di capitale
necessarie per la trasformazione dell'azienda in un service provider
delle nuove reti in fibra ottica, le stesse che E.Biscom e le
consociate Fastweb e Metroweb stanno dispiegando a Milano con la
diretta compartecipazione di Aem.
Una analoga strategia di espansione riguarda del resto gli altri
centri del territorio italiano. E.Biscom, che nei primi sei mesi
dell'anno ha fatturato 5 milioni di Euro, sta costituendo una joint
venture con la municipalizzata di Genova, Amga Spa e punta a stendere
le sue fibre anche a Roma e in Sicilia. Entro fine anno la lunghezza
complessiva dell'infrastruttura milanese dovrebbe raggiungere i mille
chilometri. HanseNet possiede una rete di 570 km e punta a un
fatturato 2000 di 70 milioni.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome