Dot.com. L’emorragia non si arresta

I primi sei mesi del 2001 hanno segnato un vero record negativo. Ecco i risultati del costante monitoraggio sullo stato di vitalità delle dot.com.

Internet continua a mietere
vittime. Altre 53 dot.com hanno chiuso i battenti lo scorso mese di giugno
portando a oltre 555 il numero delle imprese in Rete fallite dallo scorso anno a
oggi.
Direttamente da San Francisco, in California, arriva la notizia di un
bilancio decisamente nero per questa prima metà dell'anno. Secondo Tim Miller -
Ceo di Webmergers.com -, circa il 60% delle Internet company che hanno chiuso i
battenti da gennaio 2000 a oggi, lo hanno fatto nei primi sei mesi di
quest'anno. Si tratta di 330 dot.com contro le circa 36 che hanno dato forfait
nello stesso periodo di un anno fa.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome