Dopo 25 anni, per Microsoft è tempo di cambiare look

I prossimi rilasci daranno il via a una nuova era per la società di Redmond, che ha perciò deciso di cambiare il proprio logo, puntando su un simbolo più in linea con i tempi, che, oltre all’azienda stessa, ricordi anche le sue gamme di prodotti.

Microsoft è prossima ad annunciare un rinnovo epocale sia
per quanto riguarda Windows sia Office sia, ancora, i servizi per Xbox. Per
certi versi è l'inizio di una nuova era per la società, perciò è il momento
ottimale per rinnovare la propria immagine. Come? Modificando il logo, il
quale, per altro, è il medesimo da 25 anni a questa parte.

Largo quindi a un nuovo logo, che sarà usato per
contraddistinguere trasversalmente tutti i prodotti e i servizi dell'azienda di
Redmond, simboleggiando in questo modo la continuità e l'omogeneità
nell'esperienza che si può avere usando prodotti per computer, smartphone,
tablet o Tv. Ma anche dando l'idea della volontà di rinnovarsi e di apparire maggiormente
in linea con i tempi.

Secondo quanto si legge nel blog ufficiale di Microsoft, il
nuovo logo vuole rappresentare la “brand impression”, qualcosa che va oltre
l'insieme di simboli e caratteri che lo compongono, qualcosa che ricordi
precisamente dei prodotti e chi li realizza.

Per questo motivo il nuovo logo è composto da due elementi:
sulla sinistra troviamo quattro riquadri colorati e sulla destra in nome
dell'azienda. I riquadri non sono più l'ennesima stilizzazione della storica “finestra”
ma vogliono rappresentare ciascuno un preciso prodotto o gamma di prodotti: per
esempio, l'azzurro simboleggia Windows e il rosso Office. Il font usato è
invece Segoe, che da tempo la società usa sia per i prodotti sia per le
comunicazioni marketing.

Il nuovo logo, che è usato sin da subito sul Web e
all'interno di alcuni dei flagship store dell'azienda, conviverà per qualche
tempo con il vecchio logo per poter dare il tempo a Microsoft di completare il
cambiamento a livello globale. Ma forse anche per dare agli utenti
l'opportunità di capire che per Microsoft sta iniziando veramente una nuova
era.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here