dmail.it paga chi invia e-mail

Quanti messaggi e-mail scrivete in un mese? Tanti? E vi piacerebbe che qualcuno vi pagasse 100 Lire per ogni e-mail inviata? Beh, dmail.it lo fa. Registrandosi sul sito www.dmail.it si accede gratuitamente a una casella di posta elettronica, e il servi …

Quanti messaggi e-mail scrivete in un mese? Tanti? E vi piacerebbe
che qualcuno vi pagasse 100 Lire per ogni e-mail inviata? Beh,
dmail.it lo fa. Registrandosi sul sito www.dmail.it si accede
gratuitamente a una casella di posta elettronica, e il servizio
"email booster" ricompensa con cento lire virtuali (sino ad un totale
massimo di trentamila lire mensili) ogni messaggio inviato. Virtuali
perché l’assegno accreditato a fine mese, il cui ammontare
progressivo è sempre visibile sulla pagina della posta, non si
tramuta in soldini contanti, ma può essere utilizzato come buono
sconto per i prodotti del catalogo on line dello stesso sito, che
comprende articoli nei settori elettronica di consumo,
illuminotecnica, casa, cucina, ufficio, giardinaggio, cosmetica e via
dicendo. Il sito, ormai evolutosi in portale, dispone del motore di
ricerca Godado (parte del Network della società londinese Godado
Ltd.). dmail.it nasce nel 1999 dalla partnership fra D-Mail (vendita
via catalogo e Internet) e Pocket Power (vendita retail tramite rete
di dmail.it store e negozi plurimarca); fidando fortemente nel
business "multichannel multiprodotto" (nonché nelle proprie
esperienze di mercato, nella rete capillare di canali di vendita "a
valle" e in un’efficace organizzazione logistica), il Gruppo è attivo
nelle vendite via Internet attraverso quattro differenti siti, e alla
data del 30 giugno 2000 ha registrato 45 mila clienti attivi, con un
incremento degli ordini del 159 % rispetto al 30 giugno 1999. Nel
segmento delle tradizionali vendite via posta dmail.it realizza
quattro cataloghi differenti, di cui il principale (con nome D-Mail)
contiene una selezione di circa 400 articoli rinnovati ogni mese.
Infostrada e Critical Path, azienda americana operante nel campo
delle soluzioni avanzate di Internet Messaging e Collaboration per il
mercato B2B, sono i partner tecnologici di dmail.it per la
piattaforma elettronica e il software nel progetto email booster. Il
progetto di assegni digitali gratuiti ha portato inoltre dmail.it a
stipulare una serie di accordi commerciali con varie aziende
intenzionate all’utilizzo dei buoni sconto virtuali per i propri siti
Web (Telecom Italia, Infostrada, Click.it, MatchMusic, Dada), per
piattaforme Wap (Gruppo Gensoft) o per la realizzazione di cataloghi
di fidelizzazione dei clienti (British Petroleum per i propri
distributori in Portogallo).

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome