Divine si lancia nel content management

Rendere più semplice la gestione dei contenuti è la nuova scommessa dell’azienda specializzata nello sviluppo di strumenti per il business collaborativo.

10 febbraio 2003 L'idea è rendere il content management più trasparente possibile per chi lo fa. Il metodo, naturalmente, è mettere a punto la piattaforma adeguata. Così Divine, azienda specializzata nella creazione di strumenti per il collaborative business, rivede la propria piattaforma di gestione dei contenuti per abilitare le aziende all'utilizzo delle funzionalità di base di Microsoft Explorer come un'effettiva interfaccia di gestione dei contenuti. Rendendo il processo di pubblicazione di contenuti non strutturati semplice come un'operazione di drag-and-drop, Divine cerca di combattere la percezione del mercato dei sistemi di content management come qualcosa di complesso, poco pratico e per la cui operatività sia necessario un training intensivo. “Gli utenti non dovrebbero imparare nuove applicazioni per la gestione dei contenuti - sostiene Brian Platz, vicepresidente product marketing di Divine - . In alcuni casi, non dovrebbero addirittura rendersi conto di stare effettuando content management”. La versione 5 del Content Server di Divine rappresenta la seconda maggiore release del software da che l'azienda ha acquisito la tecnologia di Open Market, due anni fa. L'aggiornamento permette agli utenti di trascinare letteralmente un documento da una cartella di file per inserirlo in un'altra, che utilizza una serie di filtri per trasformarlo in formati pubblicabili, oppure per inserirlo nel workflow del content publishing. Il software dispone di un filtro per trasformare 220 tipi di contenuti in Html o Xml, offrendo inoltre ai dipartimenti It la possibilità di creare filtri addizionali in base alle necessità. Sono inclusi anche i connettori Java per l'integrazione con applicazioni back end enterprise come i sistemi Erp o Crm.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here