Home Cloud Il disaster recovery con Aws ora è più rapido e scalabile

Il disaster recovery con Aws ora è più rapido e scalabile

Amazon Web Services ha annunciato Aws Elastic Disaster Recovery (DRS), un servizio di disaster recovery scalabile e conveniente per server fisici, virtuali e cloud, basato su CloudEndure Disaster Recovery.

Elastic Disaster Recovery permette ai clienti di utilizzare Aws come un sito di recupero elastico senza dover investire in infrastrutture di disaster recovery on-premise, che rimangono inattive fino a quando non sono necessarie.

Una volta abilitato, Aws Elastic Disaster Recovery mantiene una postura di replica costante per i sistemi operativi, le applicazioni e i database.

Questo aiuta le aziende a soddisfare recovery point objective (RPO) di secondi e recovery time objective (RTO) di minuti, dopo un disastro. In caso di attacchi ransomware – ha inoltre sottolineato Amazon Web Services – DRS permette anche il recupero a un punto precedente nel tempo.

Aws Elastic Disaster Recovery fornisce un recupero che scala secondo le necessità per adattarsi alla propria configurazione attuale e non ha bisogno di processi manuali che richiedono tempo per mantenere tale prontezza.

Offre anche la possibilità di eseguire esercitazioni di preparazione al disaster recovery.

Proprio come è importante testare il ripristino dei dati dai backup, essere in grado di condurre esercitazioni di recupero in un modo economicamente vantaggioso senza impattare sulla replica in corso o sulle attività degli utenti, può aiutare a dare fiducia nel poter soddisfare i propri obiettivi e le aspettative dei clienti, nel caso si debba ricorrere a un recovery.

Aws Elastic Disaster Recovery

Una volta abilitato, DRS replica continuamente i volumi di storage a blocchi da server fisici, virtuali o basati su cloud, permettendo di supportare RPO aziendali misurati in secondi.

Il recupero include applicazioni in esecuzione su infrastrutture fisiche, VMware vSphere, Microsoft Hyper-V e infrastrutture cloud su Aws.

Le aziende sono in grado di recuperare tutte le proprie applicazioni e i database che girano su sistemi operativi Windows e Linux supportati, con DRS che orchestra il processo di recovery per i propri server su Aws, per supportare un RTO misurato in minuti.

Utilizzando un agente da installare sui propri server, Aws Elastic Disaster Recovery replica in modo sicuro i dati in una staging area subnet in una region selezionata nel proprio account Aws. La staging area subnet riduce i costi, utilizzando uno storage conveniente e risorse di calcolo minime.

All’interno della console di DRS, è possibile ripristinare le istanze di Amazon Elastic Compute Cloud (Amazon EC2) in una region Aws diversa, se necessario. Con DRS che automatizza le procedure di replica e ripristino, il cliente può impostare, testare e gestire la propria capacità di disaster recovery utilizzando un unico processo senza la necessità di competenze specialistiche.

Inoltre, Aws Elastic Disaster Recovery offre la flessibilità di pagare su base oraria, con una formula basata sull’uso, invece di doversi impegnare in un contratto a lungo termine o in un numero fisso di server, un vantaggio rispetto alle soluzioni di recupero on-premise o ai data center.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php