Dialogo aperto fra Assosoftware e Sistri

Capitanato da Bonfiglio Mariotti, il Gruppo Ambiente cerca risposte alle problematiche sollevate dal Sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti.

Lavorare nel pieno rispetto delle norme imposte dal Sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti (Sistri) avendo cura che tutti i soggetti coinvolti possano adempiere agli obblighi contenuti nelle nuove norme senza stravolgere i propri flussi di lavoro consolidati.

È questo l'impegno assunto dal Gruppo Ambiente formato dalla maggior parte delle software house iscritte ad Assosoftware. Proprio in qualità di delegato Confindustria Servizi Innovativi per le politiche di dematerializzazione, il presidente dell'Associazione, Bonfiglio Mariotti, è stato chiamato  a riferire presso la Commissione parlamentare Ambiente, Territorio e Lavori pubblici sull'impatto atteso dalle società di software nel mercato dei “soggetti obbligati” e sul potenziale ruolo della categoria interessata.

La stessa che è ora intenta a proporre una soluzione tecnica alle problematiche sollevate dal sistema creato nel 2009 dal ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare nel più ampio quadro di innovazione e modernizzazione della Pa per consentire ai software gestionali in uso di comunicare con il sistema in maniera totalmente trasparente per l'operatore finale.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome