Home Digitale Denaro digitale sempre più diffuso in Italia

Denaro digitale sempre più diffuso in Italia

L’emergenza coronavirus ha costretto molte persone a cambiare il modo in cui vivono, lavorano e comunicano, e inevitabilmente ha inevitabilmente influenzato anche le modalità con cui le persone pagano in negozi o ecommerce, e inviano denaro digitale ad amici e parenti.

Questi sono i risultati più eclatanti della ricerca Lost in Transaction di Paysafe, piattaforma attiva nel settore dei pagamenti.

Quasi un terzo (27%) dei consumatori italiani ha dichiarato di aver trasferito denaro ad amici o parenti una o due volte durante il primo mese di lockdown.

Un ulteriore 15% degli italiani ha effettuato più di due trasferimenti nello stesso periodo, con l’1% che è arrivato a farlo almeno 11 volte. Tuttavia non hanno utilizzato mezzi fisici per farlo, dal momento che il 43% delle persone in Italia afferma di aver ridotto la gestione dei contanti a causa della crisi sanitaria.

Di conseguenza, il trasferimento di denaro online e i servizi di portafogli digitale come Skrill stanno diventando il canale scelto dai consumatori. Con la necessità di trasferimenti di denaro internazionali destinati ad aumentare a causa delle restrizioni globali nella circolazione, il 31% degli intervistati in Italia ha dichiarato di aver utilizzato i portafogli digitali come il modo più rapido, efficace e conveniente per trasferire denaro all’estero da quando è iniziato il lockdown. Solo l’11% degli italiani ha dichiarato che avrebbe utilizzato un metodo di pagamento fisico per inviare denaro all’estero durante la pandemia.

La ricerca di Paysafe ha evidenziato ulteriori modalità con cui Covid-19 ha stimolato un cambiamento digitale nel modo in cui i consumatori acquistano e pagano, con il 44% degli italiani che ha affermato che ridurrà l’utilizzo di contanti in futuro. In effetti, quasi la metà (46%) degli intervistati italiani al sondaggio afferma che farà più acquisti online, anche quando i lockdown saranno stati completamente revocati: un segnale senza dubbio importante, anche e sopratutto per la trasformazione digitale delle Pmi italiane

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php