Dell’Oro: un 2006 rivitalizzante per il wireless

Il consumer sedotto da triple play e pre-Mimo; le aziende escono dall’attendismo. Cisco conferma la leadership su entrambi i mercati.

Buone le prospettive per il mercato wireless, sia dal punto
di vista dell'utenza consumer, sia dal punto di vista dell'utenza
business.

Secondo le analisi pubblicate in questi giorni da
Dell'Oro Group, il mercato consumer non resisterà al fascino
del nuovo standard 802.11n e alle opportunità rappresentate da
Mimo e dal throughput di 100 Mbps.
Nonostante l'approvazione definitiva del
nuovo standard non sia prevista prima del prossimo anno, i prodotti
pre-Mimo finiranno per rappresentare circa il 15% delle vendite complessive di
router wireless.
Si parla di circa 3 milioni di access point
pre-standard e di altrettante pc-card, con fenomeni di upgrade graduale da parte
di chi ha già adottato le veriosni 802.11b/g o 802.11a.

Diverso il
discorso per le aziende.
In questo caso la diffusione dei prodotti aderenti
allo standard 802.11n non è revista prima del biennio 2008-2009.

In
generale, comunque, Dell'Oro pronostica per il 2006 una buona crescita per il
mercato mondiale dei device per reti wireless: dai 2,5 miliardi di dollari del
2005 si dovrebbe passare infatti a 3,4 miliardi a fine 2006.
Una bella
boccata di ossigeno per tutti quei fornitori che hanno dovuto giocarsi
l'immaturità del mercato a colpi di downpricing.

Per quanto riguarda il
fronte consumer, sempre di più secondo Dell'Oro la casa è destinata a divenire
luogo di sperimentazione e implementazione del triple play.

Per le
aziende si parla invece di rivitalizzazione di un mercato che nel 2005
ha forse giocato la carta dell'attendismo
in una fase di transizione
tecnologica.

Quanto ai player, resta indiscussa la leadership di
Cisco
, che domina il 60% del mercato business e il 45 di quello
consumer con Linksys.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here