Home Digitale Dell: si fa trasformazione digitale con automazione, semplicità e sicurezza

Dell: si fa trasformazione digitale con automazione, semplicità e sicurezza

Lo speciale dedicato alla trasformazione digitale di 01net svela i punti di vista dei più importanti vendor internazionali operanti in Italia, Dell è senza dubbio uno di essi e a rispondere alle nostre cinque domande è Massimiliano Morlacchi, Account Executive Alliances Dell Technologies Italia.

Quali sono secondo Dell le tecnologie oggi alla base della trasformazione digitale dell’economia italiana?

Partiamo dalle tecnologie che permettono la trasformazione dell’IT, che deve diventare facile da implementare e da gestire, improntata all’automazione, per accelerare il rilascio di servizi in base a policy che seguono le macchine virtuali. Continuiamo con le tecnologie che permettono la trasformazione del modo con cui la forza lavoro accede a dati e applicazioni aziendali: oggi come oggi l’IT deve mettere a disposizione la possibilità di connettersi in modalità gestita e sicura, indipendentemente da dove il dipendente si trova a lavorare, dalla rete cui si collega e dall’orario.

Non possiamo dimenticare le tecnologie che abilitano la trasformazione dell’approccio alle tematiche di sicurezza informatica: se in passato la sicurezza era considerata come la negazione dell’innovazione e il rischio veniva visto come un fattore frenante, qualcosa da temere, da oggi la sicurezza può essere considerata come un acceleratore per l’organizzazione. Non possiamo poi dimenticare le tecnologie alla base dello sviluppo delle applicazioni, che permettono di accelerare il modo in cui il software porta innovazione per gestire più efficacemente le minacce della concorrenza, di semplificare il funzionamento delle applicazioni software per migliorare l’efficienza operativa, di ridurre i costi e liberare risorse di budget da destinare all’innovazione, e infine di ridurre al minimo i rischi associati allo sviluppo e alla distribuzione di applicazioni.

dell

In che modo si costruiscono le competenze per metterle in azione e per gestirle?

Innanzitutto l’azienda deve essere in grado di individuare le competenze digitali già presenti al suo interno e dare la possibilità a questi dipendenti di metterle a disposizione. Oggi esistono dei modelli che consentono di avviare percorsi di trasformazione e innovazione come un processo sistematico, controllabile e coinvolgente per tutti. Attraverso lo strumento del Digital DNA, è possibile costruire un collegamento tra persone, innovazione e strategia aziendale.
Infatti, quando si sviluppano nuove idee o è in corso un forte cambiamento, è necessario che ci sia coerenza con il piano strategico dell’impresa. Il punto di raccordo sono le persone che, attraverso i loro comportamenti, possono costruire un’organizzazione dinamica in cui la collaborazione per risolvere problematiche di business avviene sulla base delle competenze individuali e dell’allineamento reciproco. Importante anche l’allineamento e le collaborazioni con il mondo universitario.

Come possono trasformare in valore l’investimento tecnologico le aziende italiane?

L’investimento tecnologico si trasforma in valore quando l’IT diventa uno strumento al servizio del business e della competitività dell’azienda. Mettere in produzione un servizio IT o una applicazione in ore piuttosto che in giorni può far la differenza, in un contesto come quello della trasformazione digitale, che impone una ottimizzazione del time to market

Che connotati deve avere chi prende in carico la regia della trasformazione tecnologica nelle aziende, ossia il system integrator?

Il valore aggiunto di un System Integrator è il miglioramento che può apportare a livello aziendale. Una figura esperta che sa interagire con i diversi sistemi informatici, può dare il giusto valore all’attività professionale dell’intera azienda. Un System Integrator progetta soluzioni che puntano a sviluppare sinergie tra i diversi impianti già presenti e valuta attentamente e consiglia nuovi impianti, a seconda delle esigenze aziendali. Aggiornato in termini tecnici e supportato da una solida esperienza e professionalità, si impegna non solo per garantire un corretto “dialogo” tra i diversi sistemi informatici aziendali, ma anche per implementare soluzioni innovative e performanti.

dell

Che ruolo riveste il system integrator nella trasformazione digitale delle piccole e medie imprese, spesso prive di specifiche competenze nella information technology?

Secondo Dell, il ruolo del system integrator diventa ancora più importante per la PMI. La trasformazione digitale è la chiave per accrescere la propria competitività sul mercato, e il system integrator, con le sue competenze verticali ed il suo approccio consulenziale può costituire la chiave di volta per ottenere un servizio personalizzato ed un approccio win-win alla tematica, affiancando l’impresa nella trasformazione dell’IT, dei processi e delle persone verso un nuovo e più efficace approccio al mercato.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php