Dati personali: l’Ue pensa ai social network

La Commissione Mercato interno e protezione dei consumatori approva la relazione di Matteo Salvini in materia di trattamento dei dati. Social network e cloud cambiano lo scenario, l’Europa deve adeguarsi.

Una relazione presentata da Matteo Salvini approvata all'unanimità con 37 voti a favore e nessuno contro dalla Commissione Mercato interno e protezione dei consumatori (Imco) e destinata alla Commissione Libertà Civili e giustizia (Libe), sottolinea l'importanza della riservatezza dei dati in uno scenario di partecipazione alla vita sociale che sta cambiando a gran velocità con l'affermazione del nuove tecnologie.

«Il testo - rileva Salvini in una nota - va nella direzione di proteggere i dati dei consumatori in vari ambiti, dalla rete alla finanza».

Si evidenzia l'importanza di rendere trasparenti le nuove procedure senza creare inutili pesi burocratici gravanti sui consumatori e sulle imprese, specie per piccole e medie.

La relazione esprime che in sicurezza sia assicurata la portabilità dei dati in un ambiente il più omogeneo possibile anche da un punto di vista legale.

Salvini si dice «lieto di avere trovato la convergenza di tutti i parlamentari membri di Imco sul testo. Credo che si siano compresi i problemi legati al trattamento dei dati e che l'attenzione sia alta su quello che, ai tempi dei social network, dei pagamenti online e del cloud computing, è un tema caldissimo».

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here