Database per Pmi: è lotta fra big

Ibm punta a concorrere con Oracle sui prezzi per processore per la nuova versione di Db2 Express.

20 ottobre 2003 Ibm risponde alla Standard Edition One di Oracle annunciando la nuova versione di Db2 Express che sarà immessa nel mercato a prezzi, a detta dell'azienda, molto vantaggiosi.

Dalla fine di ottobre, infatti, l'offerta per Windows e Linux sarà disponibile a 3,899 dollari a processore per un numero illimitato di utenti, mentre prima era pensata solo su un'unica base per server e utente.

Il recente prodotto di Oracle, invece, costerebbe 5,995 dollari a processore, o 195 dollari a utente nominato per cinque utenti.

Le società stanno creando nuove offerte a prezzi competitivi anche in conseguenza del forte aumento della domanda sul fronte Pmi.

Nello Small-medium business quadri dirigenziali, a detta di Ibm, si stanno, infatti, rendendo conto che investire nella tecnologia database è vantaggioso a livello di costi perché permette di automatizzare molte funzioni.

Anche Microsoft partecipa alla corsa del database per le Pmi e, stando ai dati Idc, nel 2002 è riuscita ad aumentare il proprio share di mercato del 15%, evidenziando, così, il proprio distacco da Ibm (9%) e Oracle (5%).

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here