Home Hardware Datacenter Il data center prefabbricato raffreddato a liquido di Schneider Electric

Il data center prefabbricato raffreddato a liquido di Schneider Electric

Schneider Electric ha varato un Data Center EcoStruxure modulare All-In-One raffreddato a liquido. Integrato da Avnet, contiene un sistema di raffreddamento di precisione Iceotope a immersione della struttura rack e dei server.

Dalla produzione industriale e dai siti automobilistici, alle telecomunicazioni, ai siti militari, alle miniere, ai siti petroliferi e di gas, il nuovo data center permette di elaborare i dati in tempo reale più velocemente con maggiore innovazione, efficienza e minore latenza.

Il modulo prefabbricato consentirà alle applicazioni di calcolo ad alte prestazioni (HPC) più intensive in termini di CPU e GPU di essere distribuite con maggiore affidabilità in ambienti difficili e remoti.

Collocato in un container standard ISO da 20′, la soluzione All-In-One ospita un carico IT standard di 60kW, con una capacità IT fino a 336kW disponibile come soluzione personalizzata. Il sistema include anche un UPS trifase Galaxy VS da 80kW, una batteria completa di back-up, protezione antincendio, reiezione del calore completamente integrata e raffreddamento ridondante.

Il monitoraggio e la gestione a distanza sia dell’ambiente fisico che delle apparecchiature IT sono abilitati con il premiato software IT EcoStruxure.

Sul campo in sei settimane

Come spiega Robert Bunger, Program Director, CTO Office, Schneider Electric in una nota, “la domanda per le CPU e le GPU più potenti è aumentata praticamente in ogni applicazione IT, mentre allo stesso tempo avere spazi adatti e sufficienti è una sfida sempre più stringente. Il modulo prefabbricato distribuisce la potenza di elaborazione ad alta intensità di calcolo in un ambiente edge compatto, sicuro e dedicato, che può essere distribuito quasi ovunque in sei settimane”.

Come parte della gamma EcoStruxure Modular Data Centers, il modulo prefabbricato Liquid-Cooled All-In-One è una soluzione che permette di progettare, costruire e installare nuove capacità di data center con tempistiche più veloci di quelle necessarie per acquisire e sviluppare ambienti di data center tradizionali.

Tutte le attrezzature del Data Center EcoStruxure modulare All-In-One sono installate e testate in fabbrica per fornire prestazioni resilienti e prevedibili con un rischio ridotto fin dal primo giorno.

Il vantaggio del raffreddamento a liquido

Progettato per applicazioni sostenibili, il nuovo modulo All-In-One, riporta una nota di Schneider Electric, ha PUE basso <1.15, e può raggiungere in alcuni casi anche valori di 1.03.

L’uso del raffreddamento a liquido riduce la necessità di apparecchiature di trattamento dell’aria, semplificando l’infrastruttura di raffreddamento ed eliminando la necessità di ventilatori.

Questo offre il duplice effetto di ridurre l’uso di energia dell’infrastruttura, rendendo più potenza disponibile per il carico IT e migliorando l’affidabilità dell’ambiente. Riduce anche la manutenzione e la complessità del servizio attraverso l’esclusione dei dispositivi elettromeccanici, che richiedono aggiornamenti e sostituzioni regolari.

Utilizzandol e strutture rack raffreddate a liquido Ku:l 2 di Iceotope integrati con il sistema rack NetShelter Liquid-Cooled di Schneider Electric, le apparecchiature IT mission-critical sono completamente isolate dall’ambiente e raffreddate ad immersione di precisione in un involucro sigillato e impermeabile a polvere, gas e umidità.

 

Il Data Center EcoStruxure modulare All-In-One effettua monitoraggio e gestione proattivi con EcoStruxure IT Expert, il software DCIM aperto, interoperabile e vendor-agnostic di Schneider Electric per Edge, Distributed IT e Data Center.

Con EcoStruxure Asset Advisor, un servizio di monitoraggio remoto abilitato al cloud, è in grado di monitorare, risolvere e tracciare i problemi del sito in modo tempestivo ed efficiente.

L’Advanced Out of Band Management (OOBM) è fornito tramite Avnet MaaXBoard single board computer con API conforme a Redfish per la gestione delle apparecchiature IT anche quando i server sono spenti o non rispondono più.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php