Home Cloud Data center e satelliti, il cloud di Google cerca Spazio

Data center e satelliti, il cloud di Google cerca Spazio

Google Cloud e SpaceX hanno annunciato oggi una nuova partnership per fornire dati, servizi cloud e applicazioni ai clienti ai margini della rete, sfruttando la capacità di Starlink di fornire Internet a banda larga ad alta velocità in tutto il mondo e l’infrastruttura di data center di Google Cloud.

Nell’ambito di questa partnership, SpaceX inizierà a individuare le stazioni di terra Starlink all’interno delle proprietà dei data center di Google, consentendo la consegna sicura, a bassa latenza e affidabile di dati da oltre 1.500 satelliti Starlink lanciati in orbita fino ad oggi verso posizioni ai margini della rete tramite Google Cloud. La rete privata ad alta capacità di Google Cloud supporterà la fornitura del servizio Internet satellitare globale di Starlink, offrendo ad aziende e consumatori una connettività continua al cloud e a Internet e consentendo la consegna di applicazioni aziendali critiche praticamente in qualsiasi luogo.

Le organizzazioni con un’ampia presenza, come le agenzie del settore pubblico, le aziende con presenze ai margini della rete o quelle che operano in aree rurali o remote, spesso richiedono l’accesso ad applicazioni in esecuzione nel cloud o a servizi cloud come analisi, intelligenza artificiale o machine learning. La connettività dalla costellazione di satelliti a bassa orbita terrestre di Starlink fornisce a queste organizzazioni un percorso per fornire dati e applicazioni ai team distribuiti in paesi e continenti, in modo rapido e sicuro.

Urs Hölzle, Senior Vice President, Infrastructure di Google Cloud ha affermato che le applicazioni e i servizi in esecuzione nel cloud possono essere trasformativi per le organizzazioni, indipendentemente dal fatto che operino in un ambiente altamente connesso in rete o remoto.

Il manager di Google Cloud ha inoltre dichiarato la propria soddisfazione per la collaborazione con SpaceX.
Lo scopo è garantire che le organizzazioni con footprint distribuiti abbiano un accesso continuo, sicuro e veloce alle applicazioni e ai servizi critici di cui hanno bisogno per mantenere i loro team operativi.

Questa nuova funzionalità, fornita da Google Cloud e Starlink ai clienti aziendali, dovrebbe essere disponibile nella seconda metà del 2021.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php