Home Apple Dalla foto alla cartolina, con Pixelmator

Dalla foto alla cartolina, con Pixelmator

Pixelmator è un ottimo strumento per la realizzazione di interfacce, loghi e bottoni in
ambito web. Le caratteristiche e le potenzialità offerte da questa
applicazione, nata da appena sei anni, sono comunque tanto variegate e
interessanti da consentire, con un minimo di pratica, di ottenere risultati di
buon livello. Nel tutorial di queste pagine ci concentreremo sul ritocco di una
classica foto da vacanza: un panorama. Il piano dei lavori prevede l’allineamento
della foto, la separazione tra cielo e terra e il miglioramento dei colori e
dei dettagli dell’immagine. Naturalmente un po’ di pulizia per rimuovere le
imperfezioni con lo scopo di ottenere una foto con colori più brillanti, magari
con un testo in sovrimpressione, per poter trasformare la vostra immagine in
una cartolina da spedire ad amici e parenti.

Familiarizzare con l’interfaccia

L’interfaccia di
Pixelmator è piuttosto semplice da comprendere. Non si presenta come un’applicazione
monoblocco ma suddivisa in una serie di pannelli flottanti attivabili in base
alle necessità. In primo piano vi è naturalmente la fotografia che intendete
modificare avendo a disposizione
fin da subito alcune informazioni importanti: nella barra nera subito sopra
l’immagine potrete visualizzare alcuni dettagli sul colore (nel caso abbiate
selezionato un pennello), le coordinate in cui si trova il cursore e la
risoluzione della foto (nel nostro caso 3.008 x 2.000 pixel). Nella stessa riga
ma a destra troviamo invece il profilo cromatico e la percentuale di zoom.
Riadattando la finestra per ottenere uno zoom dell’immagine in scala rispetto
all’area di lavoro è sufficiente raggiungere il menu Vista e selezionare Adatta
alla finestra
o premere sulla tastiera i tasti Comando + 0. In alto a destra, nella cornice della
finestra, è inoltre presente il classico bottone per passare alla modalità a
tutto schermo di OS X Lion e Mountain Lion, utile per lavorare senza
distrazioni.

Sulla sinistra, a meno
che non lo abbiate già spostato, troverete il riquadro degli strumenti. Questo comprende tutte le differenti
funzionalità legate al puntatore che vi permettono di interagire con
un’immagine. Tra le funzionalità più interessanti, che avremo modo di
approfondire nel corso di questo e altri tutorial, segnaliamo la Bacchetta
magica e lo strumento di Correzione, utili per selezionare elementi di una
fotografia e per correggere eventuali imperfezioni.

Ultimo riquadro, almeno
per il momento, è invece quello dei Pennelli Il nome, che potrebbe far pensare esclusivamente a uno strumento per
disegno a mano libera, è un po’ fuorviante dato che si intende qualsiasi
“punta” nel momento in cui dovete tratteggiare o modificare la foto che avete scelto.
Per pennello, per esempio, si può considerare anche lo strumento Gomma se
dovete cancellare parte di una foto: da questo pannello potrete modificare la
dimensione della punta, il tipo di durezza (per sfumare o cancellare del
tutto), l’eventuale distorsione della forma o del colore. Le variabili sono
tante e c’è proprio da sbizzarrirsi, in ogni caso per comprendere quali siano
gli effetti delle diverse variazioni nelle impostazioni è possibile osservare
l’anteprima del tratto, che è presente nella parte bassa di questo box.

Raddrizzare una foto

Per prima cosa è
importante riallineare la vostra immagine. Senza un cavalletto, soprattutto se
siete in movimento, difficilmente riuscirete a scattare un’immagine seguendo
perfettamente la linea dell’orizzonte. Per rimediare, dal menu Vista è
possibile selezionare Mostra griglia, che
farà apparire sulla foto centinaia di quadratini (naturalmente a seconda della
dimensione dell’immagine) utili per spostare oggetti o, come nel nostro caso, riuscire a ruotare l’immagine per
ottenere un orizzonte perfettamente dritto.

Il dislivello nella nostra immagine non è eccessivo, ma
pende comunque verso sinistra ed è necessario raddrizzarla. Per ovviare è
innanzi tutto consigliato ridurre lo zoom dell’immagine (per avere maggiore
spazio per la manovra) premendo i tasti Comando e – (il segno meno) della
tastiera, fatto questo verificate di avere selezionato dal pannello degli
strumenti Sposta (la freccia a destra nella
prima riga) e raggiungete un angolo dell’immagine tenendo premuto il tasto
Comando. Il cursore, che dovrebbe aver preso inizialmente la forma di una
doppia freccia dritta, si trasformerà in una doppia freccia curva: tenete
premuto il tasto del mouse e ruotate l’immagine fino a quando non sarete soddisfatti. 

Al termine per confermare
premete il tasto blu in alto a destra
nella finestra della vostra foto.

Selezionare una vasta area dell’immagine

Osservando la nostra
foto di esempio è possibile constatare che il cielo è un po’ spento e molto
chiaro (essendo stata scattata la foto durante l’estate è tendenzialmente di un
azzurro pallido), la vegetazione non risalta e l’acqua tende al verde. Si
tratta comunque di elementi separati e non è il caso di effettuare una modifica
univoca su saturazione, contrasto, luminosità e altre variabili che possono
migliorare la resa cromatica della nostra immagine. Proprio per questo ci
affidiamo allo strumento Bacchetta magica.

Il primo pulsante in
alto a sinistra nel riquadro strumenti somiglia alla classica bacchetta magica
di selezione che molte applicazioni simili hanno in dotazione. La differenza
rispetto a esse sta nel fatto che la tolleranza di selezione, ovvero quanti
colori devono essere selezionati contemporaneamente, non va impostata a priori
ma la si può regolare in corso d’opera.

Selezionata la Bacchetta magica cliccate su un punto della
vostra foto che volete selezionare e iniziate a spostare il cursore per coprire
un’area maggiore: si formerà un alone che gradualmente si espanderà in più
parti dell’immagine.
Riavvicinandoci verso il centro dell’area in espansione della bacchetta magica
si ridurrà la superficie selezionata. In questo modo se notate che espandendosi
state coprendo un’area che non volete selezionare (nel nostro caso vogliamo
catturare esclusivamente nuvole e cielo) lasciate il cursore e interrompete
temporaneamente l’operazione. Tenendo premuto il tasto Maiuscole della tastiera
il cursore della Bacchetta magica mostrerà un segno “+” per indicare che
l’eventuale nuova selezione verrà aggiunta a quella precedente, così da
completare un po’ alla volta l’intera area interessata (in figura un particolare della selezione).

___________________________________________________


Normal
0
14
false
false
false
IT
X-NONE
X-NONE

Continua la lettura su Applicando Magazine per vedere come migliorare una foto.

Clicca qui per scaricare l’applicazione gratuita Applicando+ Puoi acquistare la rivista e leggerla e conservarla sul tuo iPad.


/* Style Definitions */
table.MsoNormalTable
{mso-style-name:”Tabella normale”;
mso-tstyle-rowband-size:0;
mso-tstyle-colband-size:0;
mso-style-noshow:yes;
mso-style-priority:99;
mso-style-parent:””;
mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt;
mso-para-margin-top:0cm;
mso-para-margin-right:0cm;
mso-para-margin-bottom:10.0pt;
mso-para-margin-left:0cm;
line-height:115%;
mso-pagination:none;
font-size:11.0pt;
font-family:”Calibri”,”sans-serif”;
mso-ascii-font-family:Calibri;
mso-ascii-theme-font:minor-latin;
mso-hansi-font-family:Calibri;
mso-hansi-theme-font:minor-latin;
mso-ansi-language:EN-US;
mso-fareast-language:EN-US;}


Normal
0
14
false
false
false
IT
X-NONE
X-NONE

/* Style Definitions */
table.MsoNormalTable
{mso-style-name:”Tabella normale”;
mso-tstyle-rowband-size:0;
mso-tstyle-colband-size:0;
mso-style-noshow:yes;
mso-style-priority:99;
mso-style-parent:””;
mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt;
mso-para-margin-top:0cm;
mso-para-margin-right:0cm;
mso-para-margin-bottom:10.0pt;
mso-para-margin-left:0cm;
line-height:115%;
mso-pagination:widow-orphan;
font-size:11.0pt;
font-family:”Calibri”,”sans-serif”;
mso-ascii-font-family:Calibri;
mso-ascii-theme-font:minor-latin;
mso-hansi-font-family:Calibri;
mso-hansi-theme-font:minor-latin;
mso-fareast-language:EN-US;}

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php